Notizie SSC Napoli

Il Napoli sbanca il Ferraris: Fabian e Osimhen stendono la Sampdoria

Una prova convincente degli azzurri che si rilanciano nella corsa Champions

Dopo la vittoria sofferta con il Crotone (4-3) e il recupero con la Juventus (perso per 2-1), il Napoli vince in maniera convincente in casa della Sampdoria. La squadra di Gattuso si è imposta grazie ai gol di Fabian nel primo tempo e Osimhen nel finale. La compagine azzurra lancia un segnale importante alle contendenti per un posto in Champions. La vittoria porta gli azzurri al quarto posto (in attesa dell’Atalanta) con 59 punti. Domenica prossima big match con l’Inter di Conte al “Diego Armando Maradona” (ore 20,45).

Azzurri in vantaggio nella prima frazione di gioco

Pronti via e la Samp ha subito l’occasione di rendersi pericolosa su calcio di punizione dal limite, ma l’ex Gabbiadini colpisce la barriera. Il Napoli risponde con Zielinski che, su cross morbido di Politano, tira a volo di sinistro mandando il pallone a lato. Con il passare dei minuti il Napoli sale di tono e si rende pericoloso in due occasioni: al 22’ Yoshida ribatte prima un cross basso di Zielinski, e poi il colpo di testa di Di Lorenzo; mentre tre minuti dopo Zielinski parte palla al piede, apre per Insigne che converge al centro e calcia a giro, ma Audero è attento e respinge in angolo.

In mezzo alle due occasioni per gli azzurri c’è il giallo a Manolas per fallo su Gabbiadini. Il Napoli continua ad attaccare al 35’ passa con Fabian Ruiz: grande azione di prima con Osimhen e Zielinski e lo spagnolo trafigge Audero con un gran sinistro dal limite. La squadra partenopea, nonostante il vantaggio, continua a pressare, ha un’altra buona occasione con Politano, ma il primo tempo si chiude a risultato invariato e senza minuti di recupero.

Napoli vicino al raddoppio in più occasioni

Il secondo tempo si apre con l’ammonizione a Koulibaly per fallo su Bereszynski: il centrale, così come Manolas, non era nella lista diffidati. La Samp sembra essere tornata in campo con un piglio diverso, ma a sfiorare la rete è ancora il Napoli con Zielinski che da distanza ravvicinata, però, si fa ipnotizzare dal numero 1 doriano. 

Il Napoli cerca di mettere il risultato al sicuro, ma Audero fa ancora miracoli e al 55’ ferma prima il tiro dal limite di Fabian e poi, con uno scatto felino, la ribattuta di Insigne. La squadra di ranieri tenta di reagire con Gabbiadini da fuori area, ma Ospina (con qualche problema muscolare) è attento. Il Napoli sembra in pieno controllo del match, ma al 73’ subisce il gol del pareggio su calcio d’angolo. Gol che, però, viene annullato da Valeri su chiamata del Var.

Al 78’ ammonito Lozano, entrato al posto di Politano. Passato lo spavento, Insigne e compagni tornano a dettare legge in campo e cercano la via del raddoppio in più occasioni. Il raddoppio arriva all'81esimo : Mertens vede il corridoio giusto per Osimhen e lo serve perfettamente: l'attaccante calcia di potenza sul primo palo, nessun miracolo per Audero. Il match si chiude dopo 6 minuti di recupero senza altre emozioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Napoli sbanca il Ferraris: Fabian e Osimhen stendono la Sampdoria

NapoliToday è in caricamento