Ritiro Napoli a Castel di Sangro, De Laurentiis: "Inizio il 20 agosto se eliminati dal Barça"

Presentato il ritiro estivo azzurro in Abruzzo. Il presidente: "Impressionato dalle strutture"

De Laurentiis nel corso della conferenza stampa (foto official Twitter @sscnapoli)

E' stato presentato questa mattina presso l'hotel Britannique il ritiro estivo del calcio Napoli in Abruzzo e più precisamente a Castel di Sangro. Presenti, oltre ad Aurelio De Laurentiis, il Governatore dell'Abruzzo Marsilio, il Sindaco di Castel di Sangro Caruso, l'assessore regionale al Bilancio Liris ed il vice-presidente azzurro Edo De Laurentiis. 

Il patron del club partenopeo ha fatto innanzitutto chiarezza sulle date: possibile partenza il 20 agosto, in caso di eliminazione dalla Champions League contro il Barcellona. Negli anni successivi, inoltre, De Laurentiis ha chiarito che la squadra effettuerà una prima parte di preparazione a Dimaro (nel 2021 e nel 2022) ed una seconda sul territorio abruzzese: "Sarà un ritiro più lungo se il campionato inizierà più tardi. Non vedo praticabile il via della Serie A il 12 settembre. Abbiamo un accordo che va dai 12 giorni alle 4/5 settimane. Coronavirus? Pur essendo l'Abruzzo privo di disastri non bisogna abbassare la guardia. Potrebbero esserci grandi arrivi quotidiani di tifosi e bisogna studiare un protocollo". 

"Il ritiro del Napoli a Castel di Sangro e in Abruzzo vuole essere l’inizio di un percorso lungimirante, per questo stiamo siglando un accordo di 6 anni. Distanziamento sociale? Vedremo giorno per giorno i dati della curva epidemiologica sul nostro territorio. Difficile fare ora previsioni”, le parole del Presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio

"Sono rimasto piacevolmente impressionato dalle numerose strutture presenti a Castel di Sangro e mi sono innamorato subito del posto. Ci sarà un milione di napoletani che si muoverà, essendo ad un'ora e mezza di macchina dalla città. Qui avremo uno stadio per ospitare squadre internazionali. Amichevoli estive di quest'anno? Cercheremo di vedere cosa si potrà fare. Ci sono inizi differenziati tra i campionati in Europa", ha spiegato De Laurentis.

Il presidente ha risposto anche ad alcune domande di mercato: "Osimhen a Castel di Sangro? E chi lo sa. Questo è il bello del calcio. Viene da un altro continente, un'altra cultura e ancora non ha un nuovo agente. Tweet del giocatore su ultimatum? Non capisco di cosa si parli. Se Callejon sarà in Abruzzo? Non lo so".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, arriva la nuova ordinanza regionale: coprifuoco e divieto di mobilità fra province

  • E' lockdown, De Luca: "Chiudo tutto già ora in Campania. Siamo a un passo dalla tragedia"

  • Divieto di spostamento tra province in Campania e zona rossa: ecco l'ordinanza n.82

  • In duemila protestano sotto la sede della Regione e violano il coprifuoco: scontri con le forze dell'ordine

  • Coronavirus, la nuova ordinanza del Presidente De Luca: gli orari previsti per le attività

  • Mascherine chirurgiche Made in Italy e KN95: ecco dove acquistarle scontate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento