rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Notizie SSC Napoli

Ritiro Napoli a Castel di Sangro, la Corte dei Conti apre un'indagine sulla convenzione con la Regione Abruzzo

L'accordo tra l'ente regionale e la società sportiva partenopea è da 1 milione e 200mila euro all'anno

La procura della Corte dei Conti ha avviato un'indagine sulla convenzione tra la Regione Abruzzo ed il calcio Napoli per il ritiro estivo a Castel di Sangro. L'accordo tra l'ente e la società sportiva partenopea è da 1 milione e 200mila euro all'anno, valido dal 2020 fino al 2025 ma rinnovabile.

“Ho sempre pensato che finanziare il ritiro del Napoli Calcio a Castel di Sangro con una somma così ingente di denaro, da 1.2 milioni di euro all'anno, fosse una scelta politicamente sbagliata. Per questo motivo ho chiesto alla maggioranza di Regione Abruzzo in ogni sede di rivedere una convenzione che, a mio avviso, presenta diverse storture amministrative ed economiche. Sono tutte osservazioni che ho portato nelle istituzioni con numeri, leggi e regolamenti alla mano, e che ho poi inserito in un esposto firmato nell'ottobre 2020. Purtroppo non ho mai avuto ascolto ed è notizia di oggi che la Corte dei Conti ha aperto un'indagine per un'ipotesi di danno erariale. Attendo l'esito delle verifiche, ma una cosa per me non cambia: con tutti quei fondi si sarebbero potute finanziare molte e diverse iniziative in campo turistico per promuovere l'intera regione”. Ad affermarlo è la Consigliera regionale dell'Abruzzo ed esponente di “Insieme per il futuro” Sara Marcozzi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritiro Napoli a Castel di Sangro, la Corte dei Conti apre un'indagine sulla convenzione con la Regione Abruzzo

NapoliToday è in caricamento