menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Baiano e Batistuta (Foto Ansa)

Baiano e Batistuta (Foto Ansa)

Ansia Napoli, le analogie con la Fiorentina di Cecchi Gori: retrocesse con Batistuta e Laudrup

La preoccupante crisi del Napoli e le analogie con la clamorosa retrocessione dei viola nel 92-93

Mettiamo subito le mani avanti: si tratta solamente di un modo per spronare la squadra e non di fare i "gufi", ma in una certa maniera quello che sta accadendo al Napoli quest'anno, ha delle analogie con la retrocessione inaspettata della Fiorentina nel 1992-1993.

La squadra allenata da Gigi Radice era seconda in campionato nella tredicesima giornata, alle spalle del Milan del dei record, ma la giornata successiva, Vittorio Cecchi Gori lo esonerò e da lì fu l'inizio di une debacle inarrestabile, tra cambi di allenatori e blocchi mentali di una squadra che aveva in rosa: Brian Laudrup, Gabriel Omar Batistuta, Ciccio Baiano, Stefan Effenberg

"Ma non accadrà mai", si affretta a spiega Ciccio Baiano in una intervista a TuttoNapoli.net, che in quella squadra formava con Batistuta un attacco formidabile. "Avevamo una squadra molto forte, non lottavamo per lo scudetto ma almeno per entrare in Europa. Eravamo secondi, poi perdemmo in casa con l'Atalanta dopo aver dominato. A fine partita Cecchi Gori entrò nello spogliatoio e cacciò Radice: fu il primo grande errore. Al suo posto arrivò un allenatore che non era simpatico al palazzo mentre la squadra non aveva accettato come era stato esonerato Radice. Entrammo in un circolo vizioso di sconfitte, iniziammo a pensare: tanto basta vincere una partita. Il problema è che non vincevamo mai. Però quest'anno ci sono almeno 16 squadre peggiori del Napoli. Per assurdo, anche se volesse retrocedere, non ce la farà comunque. Poi, ovviamente, nel calcio tutto può succedere. Ma sarebbe un dramma che escluderei. Insigne è l'unico giocatore che tenta la giocata. Per questo viene fischiato".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento