Quagliarella a Dazn: “Il Napoli è sempre stato il mio sogno”

L'attaccante stabiese ha rilasciato un'intervista a Diletta Leotta

Ancora una volta, Fabio Quagliarella ha espresso pubblicamente il suo amore per il Napoli. Lo ha fatto in un'intervista rilasciata a Diletta Leotta per Dazn. Nel podcast “Linea Diletta”, l'attaccante stabiese ha raccontato il suo sogno di giocare per il Napoli. “Da bambino ho fatto tanti provini. Poi quando ho giocato al San Paolo, l’ho fatto bene. Sono andato in doppia cifra e abbiamo conquistato l’Europa League, quindi non avevo nulla da rimproverarmi. I problemi semmai venivano fuori dal campo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il ritorno a Napoli 

Poi Quagliarella ha spiegato che gli piacerebbe tornare a Napoli a giocare ma sa quali sono le intenzioni della società azzurra. “All’inizio dopo il trasferimento alla Juve, la gente ce l’aveva con me perché non sapeva la verità, Poi quando tutto è stato reso pubblico, la situazione si è risolta. Mi hanno dedicato uno striscione incredibile ed è stato come se fossi tornato a vestire la maglia del Napoli. Sarebbe bello giocare ancora in azzurro dal punto di vista romantico, ma la società sta facendo un percorso con giovani forti. Io ho la fortuna di essere amato e di essere il capitano della Sampdoria. Sono amato sia a Napoli che a Genova”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Pepe Reina: "Ho avuto il Coronavirus. E' come essere travolti da un camion"

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

  • "E' morto un nonno amorevole e molto conosciuto": nuovo lutto a San Giorgio per Covid-19

  • Rione Sanità, muore per Covid-19 a soli 42 anni: tamponi ai familiari

Torna su
NapoliToday è in caricamento