menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della partita (Sportal.it)

Un momento della partita (Sportal.it)

Psv-Napoli 3-0 | Azzurri da incubo, naufraga il turnover di Mazzarri

Prestazione sconcertante dei partenopei in quel di Eindhoven, con un passivo che poteva essere ben più pesante. Indifendibili alcune scelte del tecnico toscano, che hanno consegnato il centrocampo agli olandesi

Il Napoli-2 poteva anche andare bene con l'Aik Solna, che ha perso anche in casa con il Dnipro, ma riproporlo in toto anche ad Eindhoven è stata una "follia". E' questo l'inappellabile verdetto dopo una delle partite più brutte della storia recente del club partenopeo. Il risultato finale di 3-0 sta fin troppo stretto al Psv, che avrebbe meritato di chiudere il match con uno scarto ben più ampio. Scellerate alcune scelte di Mazzarri in partenza, con la decisione di schierare un centrocampo con Dzemaili, Donadel ed El Kaddouri che di fatto si è consegnato agli avversari sin dai primi secondi di gioco. I cambi a partita in corso, però, sono stati se possibile ancora più inspiegabili della formazione iniziale. Con la vittoria del Dnipro a Stoccolma, la situazione nel girone si fa maledettamente complicata per gli azzurri, soprattutto in previsione della difficilissima trasferta in Ucraina.

IL MATCH - Il canovaccio della partita è unico dal primo all'ultimo secondo. Il Psv attacca ed il Napoli prende la bambola, come un pugile suonato alle corde. Centrocampo inesistente, difesa ballerina e la frittata è fatta. Il primo gol arriva al 19', dopo uno scontro tra Rosati e Fernandez, di cui ne approfitta Lens che non deve far altro che insaccare il pallone. La reazione azzurra è prossima allo zero e gli olandesi ne approfittano per affondare come lame nel burro. L'unico velleitario tentativo dei partenopei è di Mesto, che ci prova dalla distanza con un tiro che esce di molto. Un minuto dopo il Psv raddoppia. Narsingh scherza Dossena per ben tre volte in una sola azione, cross al centro per Mertens che al centro anticipa Cannavaro e sigla il 2-0. Al rientro dagli spogliatoi Mazzarri manda dentro Cavani per El Kaddouri, senza apportare correttivi a centrocampo. Il 3-0 arriva su un classico calcio d'angolo e lo segna Marcelo, che colpisce indisturbato al centro dell'area. Insigne prova a scuotere il Napoli con un paio di giocate, ma prontamente Mazzarri lo toglie dal campo per inserire Pandev. Gli azzurri non ci sono più e forse non ci sono mai stati. Esce Dossena ed entra Zuniga, che non lesina qualche suo proverbiale "passo di danza", neanche in una partita del genere. Il Psv sfiora più volte il 4-0, consentendo a Rosati di riscattarsi dopo l'errore sul primo gol. Finisce 3-0 ed al Napoli va di lusso così per quanto visto in campo.

PSV-NAPOLI 3-0

PSV Eindhoven (4-3-3): Waterman, Hutchinson, Derijck, Marcelo, Bouma, van Bommel, Toivonen, Strootman, Narsingh, Lens, Mertens. All. Advocaat

Napoli (3-4-2-1): Rosati, Cannavaro, Fernandez, Aronica, Mesto, Dzemaili, Donadel, El Kaddouri (1' st Cavani), Dossena (27' st Zuniga), Insigne (17' st Pandev), Vargas. A disp.De Sanctis, Campagnaro, Inler, Behrami. All. Mazzarri

Arbitro: Tudor (Romania)

Marcatori: 19' Lens, 41' Mertens, 53' Marcelo

Note: ammoniti El Kaddouri, Bouma, Fernandez, Derijck, Cannavaro, Dossena, Mesto, Pandev, Aronica, Cavani.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tony Colombo, l'annuncio: "A fine mese dirò addio alle scene musicali"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento