menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Mazzarri

Mazzarri

Mazzarri: "A Palermo per cominciare bene l'anno. Vargas subito con noi"

Il tecnico azzurro ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida del Barbera

Walter Mazzarri ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Palermo-Napoli. Ecco quanto raccolto dal sito ufficiale del Napoli:

Mister, come ha ritrovato la squadra dopo la sosta?

"Le condizioni generali sono buone e le impressioni che ho sono confortanti. I ragazzi hanno utilizzato la vacanza per rigenerarsi mentalmente e credo che la sosta abbia fatto bene a tutti. Anche perchè siamo rientrati presto e ci siamo allenati bene. La squadra è motivata, i ragazzi sono maturati molto in questi mesi ed ora sono molto più sereno nelle scelte perchè la rosa sta crescendo sotto tutti i punti di vista".

Che impressione ha avuto di Vargas?

"Vargas l'ho visto ieri, ci ho parlato un po' con l'aiuto di Campagnaro che ha tradotto. Mi sembra un ragazzo volenteroso e sveglio. Oggi ha fatto dei test, ieri ha guardato il primo allenamento anche per comprendere i meccanismi di lavoro. Vi dico che lo porteremo subito con noi a Palermo per farlo ambientare nel calcio italiano. Il ragazzo è giovane, la Società ha pensato a lui soprattutto per il futuro. Ha grande qualità e noi dobbiamo aiutarlo gradualmente in modo che possa esprimere al massimo il suo valore. E' un investimento importante ed io voglio metterlo nelle condizioni di poter mostrare il suo talento quando sarà pronto, senza avere fretta".

L'anno comincia subito con una partita di tradizione avversa....

"Beh, al di là della tradizione consideriamo che il Palermo in casa sinora ha perso una sola partita e per il resto le ha vinte tutte. Poi è anche vero che per il Napoli c'è un tabù da sfatare perchè là perdiamo sempre. Ma noi non dobbiamo pensare a nulla, non dobbiamo considerare i fattori esterni ed il campo caldo. Abbiamo acquisito esperienza in Champions, i ragazzi sono forgiati se consideriamo che siamo stata l'unica italiana a vincere in casa del Villarreal. Domani voglio solo che la squadra si esprima sui migliori livelli senza avere altre pressioni mentali. Mi aspetto una grande prova, poi è chiaro che anche gli episodi saranno importanti"

Pocho infortunato, ha già deciso la squadra da mandare in campo?

"La formazione la deciderò dopo l'ultimo allenamento. Di certo vi dico che davanti gioceheremo col tridente, con Pandev al posto di Lavezzi. Anche senza il Pocho sono fiducioso sotto tutti i punti di vista perché ho attaccanti di assoluto valore"

Dopo l'esaltante qualificazione Champions, c'è da recuperare qualche punto in campionato...

"Beh i numeri indicano qualcosa in tal senso ma bisogna considerare che in questi mesi il nostro campionato è stato condizionato dagli impegni Champions. E' andata così perché non sempre le energie erano al top, però bisogna guardare sempre le prestazioni. Personalmente sono sereno perchè se continuiamo a lavorare così, i risultati arriveranno. La squadra rispetto agli anni passati sta avendo maggiori soluzioni anche offensive, come possono essere i tiri da fuori che hanno portato anche a gol importanti compreso quello decisivo di Inler al Madrigal. Quello che voglio ottenere è una maggiore solidità di squadra per cercare di subìre sempre meno gol. Questo è un aspetto che fa la differenza e può farci diventare veramente una grande squadra. Se vogliamo giocare con tanti uomini di qualità, tutti devono sapersi sacrificare. Lo spettacolo è bello ma se è finalizzato al risultato. Ma vedrete che stiamo seminando anche su questo campo e raccoglieremo i frutti"

Dall'anno nuovo cosa si aspetta? Magari un altro regalo in Champions...

"Al momento l'impegno col Chelsea è lontano. Ho seguito in queste feste il campionato inglese, ma da qui a febbraio credo che cambieranno tante cose. Personalmente il mio desiderio è quello di fare un bel calcio che ci porti anche punti su ogni fronte. Spero che nel 2012 il Napoli possa continuare la grande crescita che ha intrapreso in questi anni".

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento