menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Napoli-Verona, foto Ansa)

(Napoli-Verona, foto Ansa)

Napoli-Verona 2-0, prima della sfortuna arrivano Koulibaly e Callejon

Nel primo tempo gli azzurri chiudono gli scaligeri nella propria metà campo ma gli attaccanti sprecano, ma quando si comincia a fare i conti con la sfortuna arriva Koulibaly: colpo di testa e vantaggio. Poi la chiude Callejon

Per la prima di ritorno contro il Verona Sarri s'affida ai soliti undici, stravolgendo la formazione titolare vista all'opera in coppa Italia. Il Napoli è arrembante e prova a sbloccarla in tutti i modi, anche se nel primo tempo gli azzurri sembrano troppo sicuri delle loro capacità e cercano soluzioni di fino quando potrebbero tirare in porta. In due minuti, dal 15esimo al 17esimo va vicino al gol Dries Mertens: nella prima occasione il belga coglie il palo, nella seconda è fortunato il portiere scaligero Nicolas che respinge. Gli azzurri chiudono il Verona nella propria metà campo. Al 21esimo numero di Insigne, tiro a giro da venticinque metri, palla di poco fuori. Al trentesimo ancora Insigne spreca: azione ficcante di Callejon, Allan con il tacco smarca il numero 24 che solo davanti a Nicolas manda alta la sfera. La prima frazione si chiude con un Napoli in accelerazione e il Verona in bambola: sarebbe stata la partita perfetta per Milik


Dopo due minuti del secondo tempo ancora Insigne sfiora il vantaggio: bella azione manovrata, il napoletano calcia al volo ma il tiro viene respinto dal portiere veronese. Al 57esimo il Napoli comincia a contare le occasioni e fare i conti con la sfortuna: cross al centro di Callejon, Insigne di testa centra il palo, il secondo di giornata. Ma al 64esimo finalmente il Napoli passa: calcio d'angolo, svetta Kalidou Koulibaly che senza commettere fallo primeggia su Nicolas e gonfia la rete. Si tratta del quarto gol del franco-senegalese. Esulta la panchina azzurra, volano parole grosse da quella scaligera, che chiede il fallo: Pecchia e il suo vice vengono espulsi. Al 75esimo esce capitan Hamsik: splendida standing-ovation per lo slovacco, omaggiato dai tifosi a inizio partita con uno striscione delizioso. Due minuti dopo la partita è chiusa: azione di Insigne, cross per Callejon ed è 2-0. Lo spagnolo si sblocca dopo oltre due mesi di astinenza dal gol. Gli azzurri blindano il primo posto in campionato e danno un'altra dimostrazione di forza.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Presunta depressione da Covid: Rita muore a 27 anni

  • Cronaca

    Falsi incidenti stradali per truffare l'assicurazione: in sette nei guai

  • Cronaca

    Maxi sequestro di alimenti: sospesa un'attività commerciale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento