rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
Notizie SSC Napoli

Il Napoli batte anche l'Udinese e chiude al meglio il 2022 in campionato

Gli uomini di Spalletti soffrono nel finale, ma riescono ad avere la meglio per 3-2 sui friulani, dopo 75 minuti di grande calcio

Il Napoli chiude al meglio il suo 2022 in campionato battendo l'Udinese al Maradona e mantenendo ben salde le distanze dalle inseguitrici. Gli azzurri di Spalletti, ancora orfani di Kvaratskhelia, vincono per 3-2 con qualche sofferenza nel finale, dopo aver dominato in lungo e in largo il match. A regalare i tre punti agli azzurri i gol di Osimhen, Zielinski ed Elmas.

Le scelte degli allenatori

Spalletti cambia ancora rispetto all'infrasettimanale contro l'Empoli: tornano titolari Juan Jesus, Olivera, Zielinski, Lozano ed Elmas. Sottil sceglie il duo attacco formato da Beto e Deulofeu, entrambi accostati al Napoli nei mesi scorsi.

Lo splendido striscione in Curva B

"Un brivido ci percuote la schiena, quando spavaldo di vedo padrone della scena. Facce felici ripopolano i nostri gradoni, per uomini degni delle nostre emozioni. Avanti così!". Questo il testo dello striscione apparso in Curva B prima del match.

Striscione Curva B - foto NapoliToday

Il match

Il Napoli parte subito all'assalto del fortino bianconero, ma il primo squillo del match è dell'Udinese, con Meret che al 7' salva la sua porta su Deulofeu. Al 10' ci prova Osimhen di testa, ma il pallone finsice a lato. Al 14' 'Air Victor' vola ancora, su cross di Elmas, trovando stavolta lo stacco perfetto ed il gol del vantaggio. Al 25' si fa male Deulofeu, rimpiazzato da Success. Al 30' il Napoli raddoppia: assist di Lozano, Zielinski controlla il pallone e batte Silvestri con uno splendido tiro a giro di fattura pregevolissima.

Al ritorno in campo dopo l'intervallo tra le fila azzurre c'è Mario Rui al posto di Olivera. L'Udinese prova subito a riaccorciare le distanze con una 'sventola' di Lovric, ma Meret è attento e devia in angolo. Al 56' Sottil gioca la carta Samardzic. Al 58' azione capolavoro sull'asse Anguissa-Elmas, con il macedone che sigla il 3-0 con una splendida giocata. Al 60' spazio ad Ostigard e Politano, che prendono il posto di Juan Jesus e Lozano. Cinque minuti più tardi è il turno di Ndombele, che sostituisce Zielinski. Il Napoli continua ad attaccare come se non ci fosse un domani e sfiora più volte il 4-0, con Silvestri costretto ad un prodigio al 73' su un missile scagliato da Osimhen. Al 79' gli ospiti accorciano le distanze con Nestorovski. All'82 Kim perde palla banalmente e Samardzic trafigge Meret, portando l'Udinese ad un solo gol di distanza dal Napoli. Il Maradona trattiene il respiro in un finale di sofferenza, ma al triplice fischio di Ayroldi la curva può cantare a gran voce "la capolista se ne va". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Napoli batte anche l'Udinese e chiude al meglio il 2022 in campionato

NapoliToday è in caricamento