rotate-mobile
Notizie SSC Napoli

Napoli avanti tutta, battuto anche il Sassuolo: azzurri a punteggio pieno

Gli uomini di Garcia regolano i neroverdi grazie ad una rete per tempo del solito Osimhen e di capitan Di Lorenzo

Il Napoli prosegue la sua marcia in campionato centrando il secondo successo su due, dopo l'esordio vincente a Frosinone. Gli uomini di Garcia regolano con un gol per tempo del solito Osimhen e di capitan Di Lorenzo il Sassuolo di Dionisi, ancora orfano di Berardi. Gli azzurri sono a punteggio pieno e rispondono subito al Milan, apparsa l'avversaria più in palla in questo inizio campionato per la corsa al titolo. 

LE SCELTE DEGLI ALLENATORI - Garcia conferma dieci undicesimi della formazione titolare scesa in campo contro il Frosinone all'esordio in campionato. L'unica novità è Anguissa al posto di Cajuste. Confermati Juan Jesus, Olivera e Raspadori, con Kvaratskhelia che parte dalla panchina.

Dionisi, che rinuncia ancora a Berardi, si sistema a 'specchio' con gli azzurri e non con il tradizionale 4-2-3-1 neroverde, con Matheus Henrique che galleggia tra centrocampo e trequarti e Pinamonti al centro dell'attacco, con Bajrami e Laurentie' ai lati.  

OSIMHEN PREMIATO PRIMA DEL MATCH - Prima della gara Victor Osimhen ha ricevuto il “Premio Paolo Rossi”, riconoscimento che l’Associazione Italiana Calciatori assegna al capocannoniere del campionato precedente di Serie A. A premiarlo, il presidente dell’AIC Umberto Calcagno.

Questa la motivazione dell'Aic: "Un giusto premio per il giovane bomber che, statistiche alla mano, nel corso del campionato 2022-2023, su un totale di 26 reti all’attivo, ne segna altre 13 di decisive. Finisce così primo anche in questa speciale classifica dei cosiddetti 'gol pesanti', oltre a diventare il giocatore africano più prolifico di marcature nel corso di una sola stagione italiana. Da tre anni, l’AIC ha intitolato il premio di capocannoniere della Serie A a Pablito, che con le sue invenzioni ha portato l’Italia al titolo mondiale del 1982 e, come lui, Victor Osimhen ha un debole per i gol che indirizzano o cambiano il corso di una partita. Quando Victor arriva a Napoli, gli basta scendere in campo con quella determinazione totalizzante, con quel fiuto implacabile della palla 'giusta' perché i tifosi dello stadio Diego Armando Maradona lo riconoscano all’istante. Seppur nato in un altro continente, Victor Osimhen è uno di loro, uno di quegli 'scugnizzi' che secondo il filosofo partenopeo Luciano De Crescenzo incarnano molto semplicemente l’amore per la vita. E lo è al punto che, quando un infortunio lo obbliga a giocare con la maschera protettiva, faticherà a togliersela nel momento in cui non gli serve più. Quasi sapendo di interpretare in campo quel Pulcinella che è 'napoletano' come nessun altro al mondo". 

RASPA SFIORA SUBITO IL GOL DELL'EX, OSIMHEN LA SBLOCCA - Napoli subito pericoloso con Raspadori, che sfiora il gol dell'ex nei primi secondi di gioco, colpendo il legno su assist dalla destra di capitan Di Lorenzo.

Il match lo sblocca, come d'abitudine, Victor Osimhen, che al minuto 16 trasforma, spiazzando Consigli, un penalty che Politano si era conquistato per fallo di Boloca, dopo che l'arbitro Giua era stato richiamato dal Var per rivedere l'azione incriminata.

LA RIPRESA SI APRE CON IL ROSSO DIRETTO A MAXI LOPEZ - Al rientro in campo dagli spogliatoi il Sassuolo resta subito in 10. L'arbitro Giua estrae il rosso diretto nei confronti di Maxime Lopez, espulso per proteste. Il Napoli assedia l'area ospite e al 59' arriva il secondo calcio di rigore di giornata, per fallo di mano di Toljian su colpo di testa di Rrahmani. Osimhen stavolta cede il penalty a Raspadori, che però sfiora la traversa e calcia alto. Garcia getta nella mischia Kvaratskhelia al posto di Politano, con Raspadori che trasloca a destra. Pochi minuti ed il georgiano mette subito il suo timbro sulla gara, propiziando il raddoppio siglato al 63' da capitan Di Lorenzo, che batte sottomisura Consigli e fissa il risultato sul 2-0.

SFATATO IL 'TABU' GIUA - Con la vittoria sul Sassuolo, il Napoli sfata anche i precedenti negativi con l'arbitro Giua, che vedevano gli azzurri sempre sconfitti con il fischietto sardo (2 ko con Lecce e Parma nel 2020 durante la gestione Gattuso). 

LA CURVA A RICORDA MAZZONE - "Mazzone é partito e non lo fermano più. Continua a correre da lassù. Ciao mister". Questo il testo dello striscione esposto ad inizio secondo tempo in Curva A per ricordare l'ex allenatore del Napoli Carletto Mazzone, scomparso la scorsa settimana.

Entrambe le curve del Maradona, inoltre, hanno esposto uno striscione contro il caro prezzi per i tagliandi dei settori ospiti in Italia: "Biglietti trasferte: prezzo uguale e con un tetto". 

DEMME ANCORA FUORI DAI CONVOCATI. UN INDIZIO DI MERCATO? - Come a Frosinone, anche stasera Diego Demme non era nemmeno in panchina nonostante non abbia problemi fisici. Il centrocampista italo-tedesco sembra al momento fuori dal progetto tecnico azzurro e potrebbe lasciare il Napoli nelle battute finali del mercato. 

ZERO MINUTI PER LOZANO: ADDIO IN ARRIVO? - Hirving Lozano è rimasto in panchina per tutta la partita per la seconda volta di fila, come già accaduto a Frosinone. Con Lindstrom in arrivo, il messicano potrebbe lasciare gli azzurri prima della chiusura del mercato. 

Il tabellino

Napoli (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus (90' Ostigard), Olivera; Anguissa, Lobotka (83' Simeone), Zielinski (83' Cajuste); Politano (62' Kvaratskhelia), Osimhen, Raspadori (83' Elmas). All. Garcia.

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Toljan, Erlic, Ruan, Vina (61' Pedersen); Boloca (61' Racic), Lopez, Henrique; Bajrami (76' Thorstvedt), Pinamonti (69' Mulattieri), Laurienté (61' Ceide). All. Dionisi

Arbitro: Giua di Olbia

Marcatori: 16' Osimhen rig., 64' Di Lorenzo

Note: ammoniti Ruan. Espulso al 51' Lopez per proteste. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Napoli avanti tutta, battuto anche il Sassuolo: azzurri a punteggio pieno

NapoliToday è in caricamento