menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mazzarri: "Con la Roma voglio un grande Napoli"

Il tecnico azzurro ha parlato nella consueta conferenza stampa della vigilia

Walter Mazzarri ha parlato nel corso della conferenza stampa alla vigilia del match con la Roma. Ecco quanto evidenziato dal sito ufficiale del Napoli:

Mister, l'anno scorso all'Olimpico il Napoli prese il volo verso la zona Champions...

"Io non penso all'anno scorso, ogni stagione ha la sua storia, non faccio raffronti. Per noi è una partita difficile e ci vorrà il miglior Napoli per cercare di cogliere il risultato pieno. Siamo concentrati solamente sulla partita di domani perché sappiamo che al San Paolo incontreremo un avversario motivato e forte".

Cosa teme più della Roma?

"Semplicemente è una squadra forte che ha investito tanto su giovani campioni. Ha una rosa di talento e stimo Luis Enrique perchè va avanti con le sue idee e cerca di dare un gioco alla sua squadra. Per fare ciò ci vuole tempo ma sinora la Roma ha raccolto meno di ciò che ha fatto. Sicuramente verrà qui con grande determinazione e siamo consapevoli che dovremo fare una partita da Napoli".

Si aspetta qualche variante tattica da parte di Luis Enrique?

"E' possibile che la Roma possa cambiare qualcosina domani. Mi sembra normale che oggi ogni squadra che ci affronta pensi soprattutto a chiudersi. Non è una novità. Chiaro che per sbloccare questa situazione siamo noi che dobbiamo cercare il primo gol. Poi da lì la partita può cambiare. Ma molto dipenderà da noi. I risultati quasi sempre sono figli della prestazione ma a volte sfuggono alla logica e sono frutto di episodi. Sono certo che domani sarà una partita spettacolare perchè di fronte ci saranno due squadre che fanno un calcio propositivo. Sarà sicuramente un match avvincente".

Ha già deciso la formazione?

"In linea di massima giocheranno i titolarissimi, poi negli ultimi allenamenti valuterò meglio. Ma chiunque dovesse andare in campo ciò che conta è eprimere il nostro gioco. Abbiamo dimostrato che se giriamo al massimo possiamo giocarcela e vincere anche con i grandi Club. Questo dice la nostra storia recente in Italia e in Europa. Io vorrei sempre che la squadra potesse dare il meglio al di là della squadra che affrontiamo. La cosa più importante è coniugare il gioco ai risultati, io credo che in questi due anni si è fatto tanto in tal senso e siamo qui per migliorarci sempre".

La Champions riprenderà a febbraio, adesso le forze si concentreranno sul campionato...

"Io non ho mai detto scegliamo un obiettivo piuttosto che l'altro. E già non voglio più pensare al sorteggio e al Chelsea. Ora siamo concentrati solo sulla Roma perché ci aspetta una partita che può darci una spinta per recuperare terreno in campionato. Da qui in avanti tutte le gare avranno la stessa importanza. Io guardo sempre al quotidiano, in questa settimana ci siamo allenati tutti i giorni ed è una cosa che non capitava da tempo. Stiamo cercando la brillantezza e soluzioni tattiche diverse. Sono sicuro che se avremo in futuro qualche settimana in più per poter lavorare tutti insieme potremo recuperare forze ed energie e di conseguenza potranno arrivare anche più punti. Ma piuttosto va sottolineato che nel giro di due anni siamo passati da una squadra di media classifica ad un Club competitivo a livello europeo. Questa è la nostra crescita e chiaramente non è facile tenere questi ritmi sempre su tutti i fronti. Ora pensiamo solo al match di domani. Poi ciò che sapremo fare lo vedremo successivamente...".

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento