menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Mazzarri

Mazzarri

Mazzarri: "Con la Juve match speciale. Sarà una partita a scacchi"

Il tecnico azzurro ha parlato alla vigilia dell'attesissimo incontro contro i bianconeri

Walter Mazzarri ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match contro la Juventus. Ecco quanto evidenzia il sito ufficiale del Napoli:

Mister, che Napoli torna da Monaco?

"Sono soddisfatto di come ci siamo espressi mercoledì. Ho spiegato ai miei ragazzi che dopo 17 minuti dovevamo essere noi in vantaggio per occasioni create. Ci vuole più cattiveria agonistica sotto porta. La squadra è stata un'ora ad ascoltarmi mentre alla lavagna ho mostrato anche gli errori difensivi commessi. A volte qualcosa sfugge perché non possiamo allenarci sempre visti gli impegni consecutivi, ma per me la squadra si è espressa al massimo"

La crescita della squadra continua alla luce di questa esperienza di Champions?

"Sì, soprattutto perchè questa partita deve farci capire che noi dipendiamo da noi stessi. Se noi facciamo le cose al meglio possiamo mettere in difficoltà anche una super squadra come il Bayern. All'inizio ci hanno detto che era lo scontro tra Davide e Golia. Alla fine la differenza ce la siamo scordata perché contro una delle migliore squadre del mondo abbiamo dimostrato cosa è diventato il Napoli. Abbiamo fatto sinora qualcosa di miracoloso e questo dobbiamo ricordarlo. Dal sestultimo posto siamo arrivati in due stagioni in Champions League. La matematica è sotto gli occhi di tutti e dice chiaramente cosa abbiamo fatto in questi anni".

Mazzarri entra nello specifico tecnico del match dell'Allianz...

"Ho chiesto ad alcuni miei ragazzi un sacrificio e loro sono stati bravissimi. Ad Hamsik ho detto di fare il mediano al fianco di Dzemaili. Cavani ha giocato più arretrato perché ha grandi capacità di inserimento e anche senso tattico. Anche Maggio aveva compiti di inserimento e per poco non si trovava davanti al portiere in una occasione dove ha ricevuto palla corta. In difesa Fernandez è stato il migliore, sui gol non ha nessuna colpa ed è stato protagonista di una grande partita. Ha un grande futuro e crescerà per diventare un grande giocatore di livello internazionale. Io sono soddisfatto della partita di Monaco ancor più del match di andata. E so che i tifosi hanno capito il nostro sforzo"

Domani c'è la Juve, che match si aspetta?

"E' una partita importante, per i nostri tifosi ha un significato speciale ed è un match affascinante. La possibilità di confrontarsi con una grandissima squadra è un grande stimolo. Domani sera sarà una partita a scacchi. In Conte mi rivedo, rivedo me quando ero giovane ed allenavo la Reggina. Attinge ad ogni risorsa per caricare la squadra, ha cambiato modulo ed ha creato una squadra molto aggressiva. Ha dimostrato di saper cambiare pelle alla sua squadra e noi dovremo essere pronti a qualsiasi soluzione per farci trovare pronti"

C'è il rischio di sentire la stanchezza residua di Monaco?

"Noi dobbiamo fare in modo che i ragazzi recuperino le forze fisiche e mentali in breve tempo, perché la Juve dopo la vittoria trionafle di San Siro ha avuto otto giorni per preparare questa sfida. Domani capirò subito i ragazzi come stanno sin da quando li vedrò correre. Di certo per far bene contro la Juve dovremo giocare al top. Ma una cosa è volere e un'altra e potere. Cercheremo di fare il massimo ma non so per quanti minuti riusciremo a giocare con intensità. Il dato oggettivo è che sinora abbiamo avuto vari infortuni, ma spero che presto potrò avere a disposizione tutti i miei uomini"

Cosa dice ai tifosi in vista della grande serata di domani?

"I tifosi sono la parte più bella del calcio, hanno capito qual è il nostro spirito e ci seguono sempre. Perciò da quando ci sono io devo rendere merito ai tifosi che sono andati al di là del risultato, ci hanno apprezzato e dato grandi soddisfazioni. Perciò io voglio parlare direttamente a loro. Se consideriamo che il Napoli è arrivato in Champions dopo 21 anni capiamo bene cosa ha fatto questo gruppo. Questo i napoletani lo sanno e ci spingeranno a dare il massimo come sempre".

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Mugnano: "Ancora sopra i 200 positivi attuali"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento