menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mazzarri: "Preoccupato per Inler, non so se ci sarà con la Juve"

Il tecnico azzurro ha parlato in conferenza stampa alla vigilia dell'attesissimo match con i bianconeri

"Sono preoccupato per Inler, ieri aveva ancora dolore, non so se riuscirà a scendere in campo domani sera". Walter Mazzarri parla nella conferenza stampa di vigilia dell'attesissimo match contro la Juventus, facendo luce sulle condizioni fisiche del centrocampista svizzero.

Il tecnico azzurro ha però affrontato molti altri temi nel corso dell'incontro con i media. Ecco quanto evidenziato dal sito ufficiale del Napoli:

Mister, arriva una Juve lanciatissima...

"Siamo coscienti che giocheremo con la capolista e che la Juventus è in un momento molto positivo. Vengono da una consecutività di tisultati importante ed è prima in classifica meritatamente. Noi dovremo attingere ogni risorsa perché saremo alla quarta partita in una settimana. Ma sono fiducioso perché ho ragazzi orgiogliosi che ce la metteranno tutta per dare il massimo".

Può essere una sfida determinante per le sorti del campionato?

"In questi discirsi non mi ci rovate. Abbiamo giocato dodici partite, siamo neppure a metà stagione, è presto per dire qualcosa di definitivo. Di certo sarà una partita bella ed anche interessante perché ci saranno molte chiavi tecniche da scoprire. E mi incuriosisce vedere il tipo di prestazione che sapremo fare dopo le fatiche degli ultimi giorni. Se guardiamo che anche Bayern e Manchester hanno faticato in campionato, capiremo bene cosa significa giocare la Champions. Ma siamo anche coscienti che noi abbiamo una sola strada per vincere: quella del gioco. Anche se non siamo macchine cercheremo di andare in campo col giusto carattere".

Napoli che ha sempre risposto bene ai big match...

"Sì, a differenza degli anni scorsi non abbiamo avuto quel timore riverenziale che qualche volta ci ha condizionato soprattutto nell'approccio delle partite. Quest'anno con Milan, Inter ed anche in Europa con Bayern e Manchester siamo subito entrati nel vivo del gioco senza nessun timore. Questa è una testimonianza di crescita per un gruppo che sin qui non era abituato ad impegni importanti su due fronti".

Sarà anche un bel confronto Mazzarri-Conte...

"Stimo molto Conte, è un tecnico che ammiro ed è anche una persona vera che apprezzo tanto per ciò che dice. Sicuramente è stato bravo a dare alla Juve una solidità puntando su uomini che gli dessero garanzie. Dal canto nostro sappiamo che ci aspetta un match impegnativo. Dovremo stare attenti a non perdere palla e cercare di controllare le loro ripartenze. La Juve è molto abile nel rubare il possesso e riproporsi subito. Ci vorrà un Napoli al top, voglio vedere la squadra esprimersi ai suoi livelli e magari avere più lucidità sotto porta. Sono certo dell'impegno dei miei ragazzi, poi ovviamente ci sono anche gli episodi che possono decidere una partita".

Per i napoletani è una gara speciale, in città c'è grande entusiasmo...

"Sì, spero che tutta questa passione sia canalizzata nella maniera migliore per dare energia alla squadra. Di certo però non è più come una volta in cui si considerava quella con la Juve la partita della vita. Il Napoli è cresciuto, facciamo la Champions, il discorso non può essere ristretto ad una sola gara. Per me tutte le partite vanno considerate alla stessa maniera alla stregua di una finale".

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento