menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Napoli, la Coppa Italia è maledetta. L'Inter passa ai rigori

Prestazione di cuore degli azzurri, ma gli uomini di Leonardo passano grazie alla lotteria degli undici metri e ad un arbitraggio da prima Repubblica del calcio. Decisivo l'errore di Lavezzi dal dischetto

Continua la maledizione Coppa Italia per il Napoli. La manifestazione nazionale riserva solo amarezze negli ultimi anni alla squadra partenopea e anche stavolta la tradizione non è stata sfatata. Gli azzurri di Mazzarri escono a testa alta tra gli applausi del San Paolo, che hanno sfidato il freddo pur di provare a spingere i propri beniamini in semifinale. Ma i veri protagonisti del match, più che i 22 calciatori, sono l'arbitro Valeri e i suoi assistenti, che si esibiscono in un arbitraggio incommentabile, come non se ne vedevano da anni. Il primo episodio clamoroso arriva dopo appena 12 minuti: Cavani va in gol, nonostante fosse in posizione regolare, ma il guardialinee è lestissimo ad alzare la bandierina con grande sicurezza per annullare la rete. Ma non sarà l'unico episodio, casualmente sempre a sfavore del Napoli. Netto il tocco di braccia di Lucio in area al 93', ma Valeri non vede nulla, così come per tutto il match non vede i calcioni che Thiago Motta e Cambiasso rifilano liberamente agli azzurri a centrocampo. I nerazzurri costruiranno una sola vera occasione degna di nota, nel finale di primo tempo quando De Sanctis devia sulla traversa un tiro di Cambiasso a botta sicura. Due, invece, le occasioni clamorose per il Napoli: una per Hamsik a metà secondo tempo, sulle cui conclusioni salvano prima Castellazzi e poi Ranocchia sulla linea di porta, e quella capitata sui piedi di Lavezzi nel primo tempo supplementare, quando Castellazzi devia ancora una volta in angolo. Alla fine sarà proprio un errore del Pocho ai rigori, a spedire l'Inter in semifinale, nonostante i partenopei avrebbero ampiamente meritato il passaggio del turno per quanto visto nei 120' minuti. Mostruosa la prestazione della difesa azzurra, con Campagnaro e Cannavaro sugli scudi.

Napoli (3-4-2-1): De Sanctis, Campagnaro, Cannavaro, Aronica, Maggio, Gargano, Pazienza (7' sts Yebda), Dossena (25' st Zuniga), Hamsik, Lavezzi, Cavani. A disp. Gianello, Santacroce, Cribari, Sosa, Lucarelli. All. Mazzarri

Inter (4-3-1-2): Castellazzi, Maicon, Cordoba (37' st Lucio), Ranocchia, Chivu, Zanetti, Cambiasso, Thiago Motta, Stankovic (18' st Mariga), Pandev, Eto'o. A disp. Orlandoni, Materazzi, Santon, Obi, Coutinho. All. Leonardo

Arbitro: Valeri di Roma

Note: ammoniti Cannavaro, Thiago Motta, Cavani, Lucio. 

Sequenza rigori: Cavani gol, Eto'o gol, Hamsik gol, Cambiasso gol, Lavezzi fuori, Pandev gol, Zuniga gol, Thiago Motta gol, Yebda gol, Chivu gol.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento