menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Mazzarri

Mazzarri

Napoli-Chelsea: Mazzarri, De Laurentiis e Lavezzi in conferenza stampa

Presidente, tecnico e l'attaccante argentino, hanno parlato alla vigilia dell'attesissima sfida contro gli inglesi

Ecco le parole dei protagonisti del Napoli nella conferenza stampa di vigilia del match con il Chelsea, raccolte da Radio Marte:

MAZZARRI - "Siamo contenti di essere arrivati a questo punto. Ci giochiamo due partite di grande livello contro una squadra che ha fatto più di 100 gare in Champions. E’ assurdo sentir dire che siamo favoriti: siamo orgogliosi però siamo anche coscienti delle insidie che possono riservare certe partite. I miei ragazzi sanno che devono fare qualcosa di sorprendente”. L’unico dubbio di formazione è tra Campagnaro e Grava: “Verificheremo oggi le condizioni di Hugo, poi deciderò chi giocherà. Non faccio tatticismi, lui e Grava danno ampie garanzie. In questo senso, non sarà un problema. Non indico mai un solo giocatore, tutta la squadra deve stare al meglio e interpretare il suo compito. Non so chi mancherà del Chelsea, Lampard, Terry e Drogba sono temibili e se sono in forma, possono davvero fare la differenza. Noi affrontiamo tutti alla stessa maniera, è una consapevolezza importante. Vedremo domani come starà alla squadra, spero che ci sia maturità e consapevolezza nei propri mezzi. Dove vedrò la partita? La prepariamo prima, in panchina ci sarà Frustalupi che – a livello tattico – è più bravo di me. E’ la mia garanzia. Sa cosa dire alla squadra”. Villas Boas teme il Napoli e firmerebbe per il pareggio: “Lo stimo tanto, è chiaro che cerca di sfruttare i vantaggi a livello psicologico. Il Chelsea non sbaglierà partita, in questo caso sarà così. Questa partita sfugge da qualsiasi logica. Noi siamo cresciuti in maniera vertiginosa negli ultimi due anni e l’abbiamo già dimostrato. Sapremo gestire la pressione e la trasformeremo in energia positiva. Emozionato? No, sono concentrato sull’impegno. Per quanto mi riguarda, preparare il Chelsea ha lo stesso valore della partita con il Chievo. Ho esperienza alle spalle e dal punto di vista personale non mi cambia nulla. Per superare queste squadre, gli episodi devono darci ragione e noi dovremo fare il massimo. Non mi fido della crisi dei nostri avversari, hanno attraversato un periodo così in campionato, ma il Chelsea è un’altra cosa. Villas Boas può scegliere sia il 4-3-3 che il 4-4-2. Saremo pronti e poi cercheremo di colpirli perché sappiamo come si difendono. Il calcio inglese non è in crisi, l’Arsenal ha puntato sui giovani e magari non si vince subito. Tra il City e il Chelsea ci sono poche differenze: hanno un calcio propositivo. Noi dobbiamo recuperare immediatamente la palla. Mi fa sorridere pensare che per noi sia una passeggiata. Sono abituato a questo clima: si vince una partita e siamo dei fenomeni, perdiamo e il Napoli non vale nulla. Noi restiamo concentrati. Per me le gare sono tutte importanti. Domani sarebbe importante non subire gol, comunque noi interpretiamo le sfide in tutti i modi. Quindi non pensiamoci troppo, certo fare la fase difensiva in maniera aggressiva è importante. Cerchiamo di fare al meglio quello che sappiamo. Lavorerò anche oggi pomeriggio, inconsciamente non ci facciamo prendere da questo strano modo di vedere le cose. I valori del Chelsea sono superiori. Noi metteremo in mostra la nostra aggressività. Il San Paolo sarà la solita bolgia, è anche naturale. Non sta a me dirlo, i nostri tifosi sono tra i migliori d’Europa. Un vantaggio in più con il nostro pubblico ce l’abbiamo. Essere qui è già un successo, vedremo cosa succede domani”.

DE LAURENTIIS - "Noi abbiamo il bilancio in attivo. Arsenal, Bayern Monaco e il Napoli hanno i conti in ordine e siamo le uniche tre agli ottavi di Champions. Siamo in linea con il fair play finanziario e andiamo avanti secondo i dettami dell’Uefa. A Napoli, mi sono regalato tante emozioni sin dalla serie C. Sono un entusiasta e il Napoli è un film che non ha mai un finale. Ringrazio i miei giocatori, i miei allenatori e il pubblico che ci ha sempre sostenuto. L’obiettivo? Non ci sono limiti, ma la palla è rotonda e vedremo se possiamo andare oltre. Cerchiamo di capire il Chelsea a che livelli sarà: è fortissimo, ha grandi campioni. Non ci dobbiamo abbattere alla prima difficoltà, l’ho sempre detto. A fine marzo, avremo il termometro della situazione e capiremo dove saremo arrivati”.

LAVEZZI - "Sto vivendo la vigilia con grande tranquillità. Dobbiamo affrontare il Chelsea nella maniera migliore. Non siamo favoriti, loro hanno tanti campioni. Ma se giochiamo come sappiamo, mettiamo in difficoltà chiunque. Dico che non abbiamo possibilità di sbagliare l’approccio. Pensiamo a fare la nostra partita, non soffermiamoci sul fatto di non subire gol. Spero di mettere sul mio sito il video col gol della vittoria, contro le inglesi sono andato bene, spero di fare del mio meglio. Ripeto, il Chelsea è una squadra forte. Noi li rispettiamo tanto. Per quanto mi riguarda, non mi sono mai messo in discussione, delle pagelle me ne frega poco. So soltanto che devo segnare qualche gol in più. Non so se devo consacrare la mia personalità, gioco sempre alla stessa maniera. La copertina del magazine dell’Europa? Spero sia dedicata al Napoli. Un titolo che vorrei leggere sui giornali? Non lo so, non leggo nulla. Non faccio promesse particolari. Dico soltanto che sarà una partita bella. Spero di poter dedicare un gol a Tomas. Se segno è per lui. Quale tridente è il migliore? Vedremo dopo la partita”.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Monte di Pietà in vendita, i cittadini: "No a ristoranti e matrimoni trash"

  • Cronaca

    “Chi ha ucciso Maurizio ha dato una coltellata all'intera città”

  • Cronaca

    “Cinque ore di attesa per essere vaccinati”: la denuncia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento