menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'esultanza degli azzurri

L'esultanza degli azzurri

Napoli-Cagliari 6-3 | Il "BarcelloNapoli" gioca a tennis con i rossoblù

Azzurri scatenati contro i sardi, anche e soprattutto grazie ad un Lavezzi sempre più strepitoso. Un bel segnale in vista della trasferta di Londra, anche se vanno cancellate al più presto le amnesie difensive

Il Napoli che si affaccia alla Champions non vuole sfigurare al cospetto del Barcellona e risponde ai 7 gol rifilati dai blaugrana al Leverkusen mercoledì, con 6 reti al Cagliari. Ed in effetti, paragoni paradossali a parte, al San Paolo sembrava di vedere davvero un piccolo Barcellona con le maglie azzurre, con il Pocho Lavezzi nei panni di Lionel Messi. Questo Napoli pare quasi volare e non può esserci miglior viatico in vista della trasferta a Londra contro il Chelsea. L'unica nota stonata, da non suonare più, è quella relativa alle solite ed endemiche amnesie difensive, che a ragion veduta fanno infuriare, e tanto, Walter Mazzarri.

IL MATCH - Chi si aspetta un Napoli distratto con la testa già a Londra, deve immediatamente ricredersi. L'approccio degli azzurri è quello giusto e già dopo 10 minuti un'incursione personale di Marek Hamsik porta in vantaggio gli azzurri, mettendo la partita sul binario giusto. Al 19' è l'ora del raddoppio: punizione battuta alla perfezione da Lavezzi, Cannavaro anticipa tutti in area di testa ed infila Agazzi per il 2-0. Alla mezz'ora ancora il Pocho protagonista: slalom tra gli avversari ed accelerazione sulla destra, tiro cross al centro che Astori devia nella sua porta, per il 3-0 in favore degli azzurri. La partita sembra chiusa, ma con la retroguardia del Napoli bisogna sempre rimanere in campana, tanto che al 37' Larrivey accorcia le distanze, colpendo di testa completamente indisturbato su cross di Conti. Si va al riposo sul 3-1. Nella ripresa il Napoli dilaga: al 55' Lavezzi fa ammattire ancora la retroguardia sarda e si guadagna un penalty, per atterramento di Canini. Lo stesso Pocho va sul dischetto e spiazza Agazzi, siglando il 4-1. Mazzarri richiama l'argentino in vista della Champions ed inserisce Cavani che al 70' offre l'assist a Gargano per la rete del 5-1. Larrivey e Ibarbo, nonostante il risultato, vanno a nozze con la difesa partenopea ed un'azione del colombiano sulla destra, con Aronica e Dossena spettatori, si conclude con un cross per Larrivey che Campagnaro lascia colpire di testa indisturbato per siglare il 5-2. A 5' dal termine il neo-entrato Maggio sfrutta al meglio uno splendido assist di Pandev, realizzando il 6-2. La partita si chiude con l'ultimo regalo degli azzurri: Campagnaro regala palla a Ibarbo, che la offre ancora a Larrivey che nuovamente di testa fissa il risultato sul definitivo 6-3.

LA SVOLTA - Gli azzurri, in questo momento, nella testa e nelle gambe, sono con ogni probabilità la migliore squadra in Italia. Vittoria sembra tirare vittoria e l'entusiasmo è davvero l'arma in più di questo Napoli.

NAPOLI-CAGLIARI 6-3

Napoli (3-4-1-2): De Sanctis, Campagnaro, Cannavaro, Aronica, Zuniga, Gargano (29' st Vargas), Inler, Dossena, Hamsik (18' st Maggio), Lavezzi (14' st Cavani), Pandev. A disp. Rosati, Fernandez, Fideleff, Ammendola. All. Mazzarri

Cagliari (4-3-1-2): Agazzi, Pisano (1' st Perico), Canini, Astori, Agostini, Dessena (21' st Gozzi), Conti, Naingollan (31' pt Thiago Ribeiro), Ekdal, Ibarbo, Larrivey. A disp. Avramov, Ariaudo, Cossu, Nenè. All. Ballardini

Arbitro: Brighi di Cesena

Marcatori: 10' pt Hamsik, 19' pt Cannavaro, 30' Astori (aut.), 37' pt Larrivey, 11' st Lavezzi rig., 25' st Gargano, 32' st Larrivey, 40' st Maggio, 45' st Larrivey

Note: ammoniti Pisano, Dessena, Canini.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Attualità

La Fontana del Tritone torna a vivere dopo sei anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento