menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Schweisteiger e Contento in conferenza stampa

Schweisteiger e Contento in conferenza stampa

Bayern, Heynckes e Schweinsteiger: "Napoli squadra più forte d'Italia"

La squadra bavarese è sbarcata in città con alcune ore di ritardo rispetto ai programmi. Sistemazione presso l'Hotel Vesuvio dove tecnico e giocatori hanno tenuto la consueta conferenza stampa di vigilia

Il Bayern Monaco è sbarcato a Capodichino intorno alle ore 13,00, con circa un'ora e mezza di ritardo rispetto ai programmi iniziali, a causa di problemi atmosferici relativi alla scarsa visibilità per nebbia nei pressi dell'aeroporto di Monaco di Baviera.

La squadra tedesca è giunta presso l'Hotel Vesuvio intorno alle 13,30, accolta da una folla di un centinaio di curiosi, assiepati dietro le transenne dell'albergo sito sul lungomare. Hanno approfittato della ghiotta occasione anche alcuni venditori ambulanti presenti in zona, intenti ad "offrire" la sciarpa celebrativa del big match in programma domani sera al San Paolo.

Alle 14,20 ha preso il via la consueta conferenza stampa di vigilia che ha visto prima impegnati una delle bandiere del Bayern, Bastian Schweinsteiger ed il giovane terzino Diego Armando Contento, la cui famiglia è originaria di Casalnuovo, come si può facilmente evincere dal cognome, ma soprattutto dal nome del giocatore.

Schweinsteiger mostra sin dalle prime battute, grande rispetto per il Napoli, da lui ritenuta come la migliore squadra del calcio italiano: "Quella di domani sera sarà una partita molto importante per noi. So che lo stadio sarà pieno, noi abbiamo grandi motivazioni perchè vincendo metteremmo ben 5 punti tra noi e gli azzurri che sono secondi nel girone. Il Napoli non è una tipica squadra italiana. Giocano molto all'attacco, hanno entusiasmo, è sicuramente la squadra più forte in Italia in questo momento. Se temiamo i tre attaccanti del Napoli? Noi temiamo tutta la squadra, non solo Hamsik, Lavezzi e Cavani. Il Bayern comunque ha un'ottima difesa ed un ottimo gruppo per poterli fronteggiare". Il capitano dei bavaresi, chiude poi con una parentesi sul girone: "Il nostro è un gruppo molto difficile ed ora è presto per dire quali saranno le due squadre che andranno avanti".

Contento a Napoli è di casa e non nasconde la sua emozione: "Sono molto felice di giocare a Napoli domani. Ci sarà tutta la mia famiglia allo stadio per vedermi. Nutriamo grande rispetto per gli azzurri, giocano un ottimo calcio, hanno giocatori fortissimi come Hamsik, Lavezzi e Cavani".

Cominciano, poi, le solite domande intrise di scontato qualunquismo e retorica, da parte dei colleghi tedeschi. La prima è rivolta proprio a Contento a cui viene chiesto di spiegare, da napoletano, cosa bisogna evitare di fare nella città partenopea. "Napoli è una città da sogno - ribatte subito Contento - . Ci sono stato tante volte e a me non è successo mai nulla".

Si prosegue poi con un altro quesito, se possibile peggiore del primo. Viene chiesto, infatti, a Schweisteiger se per caso ha paura che un vulcano in attività come il Vesuvio possa eruttare. Il capitano bavarese, un pò stranito dalla domanda del connazionale giornalista, risponde: "Rispetto il Vesuvio e spero stia tranquillo...".

Al tavolo delle conferenze arriva poi il turno di Jupp Heynckes, il tecnico del Bayern già sulla panchina bavarese 22 anni fa, in occasione della Semifinale Uefa vinta dal Napoli: "E' passato tanto tempo da quella partita - dice Heynckes - e ormai non ci penso più. Quel che conta è il presente. Quella di domani non sarà una partita facile, il Napoli è la migiliore squadra italiana del momento. Sono molto impressionato dal modo di giocare degli azzurri, non hanno stile e caratteristiche delle tipiche squadre italiane. Non temo nessuno in particolare degli azzurri, perchè hanno più di 11 giocatori forti. E poi sono trascinati dall'entusiasmo del loro caldo pubblico, cosa che li rende ancora più pericolosi. Ho studiato molto bene il Napoli, giocheremo in maniere equilibrata, facendo la nostra partita. Ogni squadra ha i suoi punti di forza e i suoi punti deboli. E la stessa cosa vale per i partenopei. Sono convinto che abbiamo buone possibilità di fare risultato al San Paolo domani sera".

Il solito collega tedesco, poi, chiede ad Heynckes come si possa affermare che il Napoli è la squadra più forte in Italia se ha già perso contro Chievo e Parma. "Lei forse dimentica, però, che gli azzurri hanno pareggiato sul campo del Manchester e battuto il Milan, l'Inter e il Villarreal", la risposta immediata del tecnico bavarese.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento