rotate-mobile
Notizie SSC Napoli

Morte Paolo Rossi, quando (quasi) disse no al Napoli

Nel '79 era l'uomo mercato, e per mezza estate sembrò in procinto di passare in maglia azzurra

Si è spento, a causa di un cancro e all'età di 64 anni, il mattatore dell'Italia che vinse i mondiali del 1982: Paolo Rossi non c'è più.

Uno degli aneddoti più particolari della sua carriera riguarda proprio il Napoli. Nell'estate del '79, di proprietà del Vicenza - che per lui aveva battuto in un'asta persino la Juve - era l'uomo mercato, valutato più di 5 miliardi di lire. Il Vicenza però era finito in B, e il 23enne Rossi era da cedere.

Il giocatore voleva tornare alla Juventus, ma tra i vari club interessati quello che si fece avanti con maggiore determinazione fu proprio il Napoli di Corrado Ferlaino: arrivò ad quasi 2 miliardi per la sola comproprietà. E poi benefit su benefit per il calciatore, tra cui una villa a Posillipo. A metà estate sembra che gli azzurri siano vicini al clamoroso colpo.

Come emerse anni dopo, gli sponsor personali di Rossi non volevano andasse a Napoli (squadra "fuori dai giochi", nonostante le intenzioni di Corrado Ferlaino), e la trattativa - sebbene senza un vero no al Napoli - rallentò fino a bloccarsi. Del resto alla fine Paolo Rossi andò "soltanto" al Perugia, in extremis e per evitare la serie B col Vicenza.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte Paolo Rossi, quando (quasi) disse no al Napoli

NapoliToday è in caricamento