menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Napoli non c'è, il Milan passeggia. Addio sogni di gloria per gli azzurri?

Prestazione da incubo per gli azzurri che nella gara dell'anno vengono totalmente meno nelle gambe e nella testa. A sbloccare il risultato ci pensa il solito rigore dubbio concesso per presunto fallo di mano di Aronica in area

Peccato. Peccato non per la gara di San Siro, alla quale il Napoli non ha mai preso parte, ma perchè per via di questa partita tanto attesa, gli azzurri ci hanno rimesso il passaggio del turno in Europa League. Il tanto atteso match scudetto, ha finito ben presto per trasformarsi in incubo, sin dalle battute iniziali, perchè gli uomini di Mazzarri in campo non sono proprio scesi. Concentrazione pari allo zero, confusione, una marea di passaggi sbagliati e mai un'azione degna di nota. Un disastro totale, dal primo al 90°, in cui non c'è stato davvero nulla da salvare, se non le prestazioni di De Sanctis e Cannavaro, che hanno reso meno severo il passivo finale. Inutile prendersela con l'arbitro Rocchi e con i suoi assistenti, che pure hanno impedito al Napoli di giocare, inventando di sana pianta dai falli laterali fino ad alcuni fuorigioco francamente scandalosi. Il rigore che ha sbloccato la partita non c'è, ma l'ingenuità di Aronica nello staccare con la mano scomposta, ha fatto il paio con la voglia di fischiare a tutti i costi il penalty da parte del direttore di gara, che non aspettava altro, proprio come in quel novembre del 2008, stesso campo, stesse squadre. In ogni caso, gli azzurri avrebbero meritato di perdere lo stesso in maniera netta ed il 3-0 finale è quanto mai giusto. Tornando alla partita, dopo il gol del vantaggio di Ibrahimovic su calcio di rigore nei minuti iniziali della ripresa, in campo si è visto solo il Milan, che in contropiede ha avuto modo di capitalizzare ulteriormente grazie ai gol di Boateng e Pato, vero mattatore dell'incontro. Al Napoli resta solo la consolazione di essere almeno terzo in classifica, visto che l'Inter con la vittoria di ieri lo ha scavalcato. Sbaglierà anche i gol, ma senza Lavezzi gli azzurri sono davvero inconsistenti. Ed il Pocho, purtroppo, non ci sarà neanche domenica prossima, quando al San Paolo arriverà il disperato Brescia.

Milan-Napoli 3-0

Milan (4-3-1-2): Abbiati, Abate (36' st Oddo), Nesta, Thiago Silva, Jankulovski (27' st Emanuelson), Gattuso, Van Bommel, Flamini, Robinho (18' st Boateng), Pato, Ibrahimovic. A disp. Amelia, Yepes, Seedorf, Cassano. All. Allegri

Napoli (3-4-2-1): De Sanctis, Campagnaro, Cannavaro, Aronica, Maggio (33' st Sosa), Gargano (39' st Yebda), Pazienza, Dossena, Hamsik, Mascara (20' st Zuniga), Cavani. A disp. Iezzo, Santacroce, Victor Ruiz, Lucarelli. All. Mazzarri

Arbitro: Rocchi di Firenze
Marcatori: 4' st Ibrahimovic rig., 32' st Boateng, 35' st Pato
Note: ammoniti Pato, Aronica, Gargano, Boateng.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Mugnano: "Ancora sopra i 200 positivi attuali"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento