Notizie SSC Napoli

Mazzarri: "Col Dnipro Vargas e Aronica sicuramente in campo dall'inizio"

Il tecnico azzurro, insieme a Gokhan Inler, è stato protagonista della conferenza stampa alla vigilia di Napoli-Dnipro

Mazzarri

Walter Mazzarri ha parlato alla vigilia della sfida con il Dnipro in conferenza stampa. Ecco quanto evidenziato da Radio Marte: "Non è vero che ho fatto il turnover totale nelle partite precedenti. Behrami, ad esempio, doveva giocare in Ucraina, qualche volta è stato massiccio. Sceglierò la formazione migliore, quella che mi dà maggiori garanzie. Cavani? Non credo che questa squadra sia dipendente dal Matador. E' il finalizzatore principale, i compagni lavorano molto per lui. Credo che altri giocatori siano in grado di poter far gol. Pandev può migliorare, Insigne sarà protagonista, Vargas ha segnato la tripletta all'Aik Solna. La mia espulsione con il Torino? Non rispondo fino al termine del campionato. La partita con i granata è stata anomala proprio per il loro modo di giocare. Il secondo tempo di Bergamo è stato in linea con il mio Napoli, è accaduto anche con Lavezzi con la Lazio al San Paolo. Momenti così possono capitare. E' innegabile che giocatori non abbiano una lucidità costante. Sarà sempre così. Problema mentale dopo la sconfitta con la Juve? Assolutamente no, tra l'altro abbiamo pure vinto con il Chievo. Abbiamo reagito. Il Napoli ci ha creduto sia con l'Atalanta che con il Torino. A Bergamo abbiamo sfiorato il gol. I miei controlli? La vita privata resta mia, non devo rendere pubblico quello che faccio. Non tutti devono sapere quello che faccio. Io sto molto bene, poi il fatto che la gente sia affezionata, mi fa molto piacere. Vedo le prestazioni e ripeto sono soddisfatto. Con il Toro stavamo vincendo, la gara era stata condotta in modo perfetta. Anche Buffon ha fatto un errore l'anno scorso con il Lecce. Può succedere a chiunque e stanno capitando tante circostanze tutte insieme. I giocatori non pensano alla classifica. Aronica giocherà sicuramente. La coppia d'attacco è Cavani-Vargas. Noi dobbiamo solo stare attenti e cattivi. Bisogna sfondare la palla, ora conta essere concreti. Curiamo i particolari e speriamo che la ruota possa girare. Non abbiamo perso certezze, basta guardare le prestazioni. Con la Fiorentina, ad esempio, nel primo tempo la nostra prestazione è stata brutta e abbiamo vinto. Stesso discorso contro la Sampdoria. La squadra merita questa classifica e ci sono state una serie di difficoltà impreviste. Siamo partiti benissimo, noi siamo terzi in classifica. L'anno scorso di questo periodo eravamo molto più in basso. Per l'Europe League abbiamo fatto scelte diverse e speriamo di fare una grande gara. Sareste più contenti se avessimo 7 punti in meno in campionato? Non credo. Tutto non si può fare, lo abbiamo capito. Vedremo alla fine dove saremo arrivati. Con il Dnipro vogliamo fare una partita di grande sostanza. Ai tifosi dico di starci vicino come hanno sempre fatto. L'incitamento deve essere costante durante la partita, poi se non sono soddisfatti possono anche fischiare".

Tocca pure a Gokhan Inler: "Siamo cresciuti tantissimo, abbiamo tante competizioni. Teniamo molto all'Europe League e vogliamo dimostarlo. Ogni partita dobbiamo cercare di affrontarla al meglio, l'allenatore le prepara molto bene. Non è finita, possiamo qualificarci e lo dimostreremo. Deve decidere Mazzarri chi gioca: chi lo farà, deve ottenere il massimo. Chi ha giocato di più deve dare il massimo e aiutare gli altri. Siamo tutti uniti. Questo periodo non ridimensiona il nostro ruolo, puntiamo solo al riscatto e lo dimostreremo domani".

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mazzarri: "Col Dnipro Vargas e Aronica sicuramente in campo dall'inizio"

NapoliToday è in caricamento