menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Maradona il 30 ottobre (Ansa)

Maradona il 30 ottobre (Ansa)

Maradona, parla il medico che deve operarlo: "È un intervento di routine"

Tranquillizza gli animi Leopoldo Luque, il chirurgo che eseguirà l'operazione al cervello cui el Pibe verrà sottoposto dopo la scoperta, tramite Tac, di un ematoma subdurale

"Un intervento di routine". È così che Leopoldo Luque, il chirurgo che eseguirà l'operazione, l'ha descritta in un intervista al Clarin.

"Il quadro non è cambiato, Diego rimane lo stesso, continua con la stessa condizione clinica, ma con una causa più specifica".
L'ematoma è conseguenza di un "trauma" - spiegano dall'entourage di Maradona - trauma che "potrebbe essersi verificato un mese fa o cinque anni fa, non lo sappiamo".

Tra le varie ipotesi c'è quella che l'ex calciatore possa essere caduto in seguito all'assunzione dei sonniferi che prende per lottare con l'insonnia. Età, fluidificanti del sangue e abuso di alcol possono aumentare il rischio di ematomi subdurali in caso di trauma cranico.

Le condizioni di salute di Maradona sono drasticamente peggiorate nelle ultime settimane, poco prima del suo sessantesimo compleanno. L'allenatore del Gimnasia La Plata è apparso l'ultima volta in pubblico il 30 ottobre, quando i suoi tifosi ed i suoi giocatori lo hanno festeggiato per i suoi 60 anni. Diego è apparso molto provato, camminava con difficoltà e dopo pochi minuti in campo si è ritirato aiutato dai suoi assistenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione giovedì 21 gennaio 2021

social

Lotto, estrazione martedì 19 gennaio 2021

Attualità

Gomorra 5, la stagione conclusiva è alle porte: anticipazioni puntate

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, Cardinale Sepe ricoverato al Cotugno

  • Salute

    Vaccini Covid a mRna: l'Aifa chiarisce i dubbi su sicurezza e pericolosità

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento