Maradona, l'appello a Mertens: "Non devi lasciare Napoli"

In un'intervista el D10S si complimenta per il sorpasso ai suoi danni nella classifica dei goleador azzurri, e tesse gli elogi del belga

Diego Armando Maradona (Ansa)

"Per me non è stato un dispiacere. Anzi, l’ho applaudito, Mertens. Quando ha fatto gol ho pensato al Napoli in vantaggio e non certo a me". Così Diego Armando Maradona, intervistato dal Corriere dello Sport, festeggia che Dries Mertens – grazie alla doppietta segnata in Champions al Salisburgo – lo ha raggiunto e superato (ora è a 116) nella classifica dei cannonieri azzurri di tutti i tempi.
La partita, el D10S, l'ha vista eccome. "Le vedo tutte, soprattutto quelle di Champions. È stata emozionante. Non bellissima, ma bella. Perché quando si vince è sempre bello".

Dries e il fotomontaggio col Pibe

"È centravanti nell'anima"

Maradona ha sempre apprezzato Mertens. "Mi è sempre piaciuto. È simpatico. Soprattutto è bravo. Quando qualche anno fa lo vedevo prigioniero in panchina non me ne facevo una ragione. Infatti, una volta entrato in squadra non ne è uscito più. Lui è nato centravanti ma non lo sapeva. Tutti quei gol non li può fare uno che non è attaccante nell’anima, oltre che nel piede".

Gli ha fatto i complimenti ("ma era chiuso nella tv e non mi ha sentito"), e si aspetta qualcosa da lui: "Che, come fece Hamsik, anche Dries mi mandi la maglietta del sorpasso, ma con una bella dedica. Perché una sua 14 ce l’ho, ma non è dedicata". "E ti assicuro, Dries – si rivolge il Pibe direttamente al belga – la terrei tra quelle a me più care".

"Non deve lasciare Napoli"

L'azzurro è in scadenza e addirittura già a gennaio potrebbe andar via. "So anche questo e mi piacerebbe fare qualcosa affinché questo non accada. Posso poco – prosegue Maradona – però a Mertens posso dire che se è giusto e sacrosanto per un professionista cercare sempre più ricchi ingaggi, è vero anche che in nessun altro angolo del mondo si sentirebbe amato, rispettato, coccolato e importante come a Napoli. E io, caro Dries, te lo dico perché tutte quelle belle sensazioni le ho vissute. Pensaci, insomma". L'appello è anche per De Laurentiis. "Presidente, questo ragazzo non fartelo scappare. Ha più di trent’anni, lo so, ma corre e gioca e fa gol con le freschezza e l’entusiasmo di un ragazzo". "Poi, se proprio dovesse andare via – scherza alla fine il campione argentino – sappia Mertens, che a La Plata nel mio Gimnasia un posto per lui ci sarà sempre".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc allo stadio di Marano: 22enne trovata morta, 23enne in fin di vita

  • Ruba lo zaino ad un ragazzo mentre mangia un panino: arrestato

  • Fedeli afragolesi senza parole: le nuvole formano l'immagine del volto di Gesù

  • L'Amica Geniale, anticipazioni quinto e sesto episodio 24 febbraio 2020

  • Coronavirus, Benitez: "Mai visto niente di simile. Misuriamo la febbre due volte al giorno"

  • SKY - Mertens-Napoli, Gattuso sponsor per il rinnovo del belga

Torna su
NapoliToday è in caricamento