Notizie SSC Napoli

Il Fisco italiano smentisce: "Nessuno sconto a Maradona"

Con una nota pubblicata sul sito ufficiale, l'Agenzia delle Entrate ha precisato che la riduzione dell'importo dovuto dal Pibe de Oro all'erario è di soli 3000 euro

Maradona

Con una nota sul sito proprio sito ufficiale, l'Agenzia delle Entrate ha voluto chiarire alcuni punti rispetto al contenzioso di Maradona con l'erario italiano.

"La Commissione Tributaria Provinciale di Napoli - si legge nel comunicato dell'Agenzia delle Entrate - con la sentenza 321/17/12 ha confermato in pieno la legittimità della pretesa tributaria dell’Agenzia delle Entrate e dell’operato dell’Agente della riscossione Equitalia Sud, per quanto riguarda gli avvisi di accertamenti emessi per gli anni dal 1985 al 1990 nei confronti di Diego Armando Maradona".

"Tale debito è stato integralmente riconosciuto come dovuto per l’importo di 37.423.399,31 euro e cioè per l’importo maturato alla data di presentazione del ricorso. L’importo, quindi, non ha subito alcuna riduzione o annullamento parziale".

"I residui debiti contestati dal sig. Maradona riguardavano, invece, quattro cartelle per un totale di 3.148,53 euro, relative a imposte di registro per atti giudiziari e tre bolli auto. La Commissione solo in relazione a tali importi ha accolto il ricorso e, pertanto, a rettifica di quanto apparso su alcuni organi di stampa, le notizie che riportano un parziale annullamento del debito del sig. Maradona per diversi milioni di euro sono prive di ogni fondamento".

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Fisco italiano smentisce: "Nessuno sconto a Maradona"

NapoliToday è in caricamento