menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mandorlini: "Non sono razzista, per lo scudetto Napoli favorito"

Il tecnico del Verona ha parlato a Calciomercato.com

Il tecnico del Verona ed ex difensore dell'Inter, Andrea Mandorlini, ha rilasciato un'intervista a Calciomercato.com. Ecco quanto evidenzia Napoli Today:

Mandorlini le va di parlare della brutta storia del coro razzista che le si è rovesciata addosso?
 
“Certo. Non sono mai stato razzista. Sono sui campi da una vita ed è la prima volta che mi capita una situazione del genere. Ammetto di aver preso la cosa con leggerezza, ma mi sentivo appoggiato dai miei ragazzi, alcuni dei quali del sud, e così ci siamo lasciati andare a quello che per noi era uno sfottò e basta. Certo che la situazione con Salerno e la Salernitana non mi ha aiutato, ma avevamo vissuto le partite con loro in mezzo a tanta tensione, e poi le cose hanno preso una brutta piega. Non sono razzista, e mi dispiace che non sia stato mostrato  con la dovuta attenzione il fatto che i miei ragazzi (quelli del sud), scherzassero con me e con i tifosi. Non mi appartengono tutte quelle cose che ho letto, e che poco hanno a che fare con il calcio. Mi prendo la responsabilità per non aver valutato per tempo le possibili conseguenze di una cosa del genere, ma ritengo sia stata spinta oltre il limite dai media”.
 
Chi vince lo scudetto?
 
“Da tifoso mi piacerebbe lo vincesse l’Inter, ma così, a bruciapelo mi viene da dire Napoli. Mi piace come gli azzurri stanno venendo fuori, in Italia e in Europa. E poi il Milan, la Juve e la mia Inter.  La Roma? Non mi convince. Non è all’altezza delle altre che lottano per il vertice. Loro hanno decisamente qualcosa in più, anche se nel caso di Milan e Inter ancora non si è visto”.
 
 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento