menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le pagelle di Napoli-Liverpool

De Sanctis, Aronica e Lavezzi i migliori. Bene anche il solito Cavani. Ancora male Maggio e Zuniga

 Le pagelle di Napoli-Liverpool:

De Sanctis 6,5: un solo intervento ma decisivo, quello di piede su Babel

Campagnaro 6: pasticcia un pò, ma ce la mette tutta e lotta come un leone, nonostante giochi con la morte nel cuore per la scomparsa del suo amico ed agente Camarlinghi nelle ore precedenti la partita

Cannavaro 5,5: nella ripresa ha due-tre svarioni di troppo che rischiano di costare davvero caro

Aronica 6,5: il migliore del pacchetto difensivo, non disdegna anche qualche buona sortita offensiva

Maggio 5: le sue condizioni fisiche peggiorano, anzichè migliorare. Un dato molto preoccupante se si considera l'importanza che ha rivestito nel Napoli degli ultimi due anni

Gargano 5,5: fa tutto e il contrario di tutto. Corre, pasticcia, offre dei buoni passaggi, ma la sua prestazione non è sufficiente

Pazienza 6: la stanchezza comincia a farsi sentire anche per lui, ma a differenza di alcuni suoi compagni, non perde mai la bussola

Dossena 6: come spesso gli accade è Giano bifronte. Grande primo tempo, accompagnato da un secondo tempo nel quale soffre un pò in fase difensiva

Hamsik 5,5: l'occasione più pericolosa della partita la crea lui, ma è svagato ed abulico per tutto il resto del tempo in cui rimane in campo

Lavezzi 6,5: l'80 per cento delle giocate del Napoli passano per i suoi piedi. Scorazza qua e là, sbagliando anche parecchio, ma ha l'attenuante di dover provare spesso la giocata personale perchè attorno a sè quasi nessuno si muove senza palla attaccando gli spazi

Cavani 6,5: quando lo si vede fare quei generosi recuperi in fase difensiva non gli si può dire proprio nulla, anche se non è proprio in una delle sue migliori serate

Zuniga 5: risulta a tratti irritante per la sfogliatezza con la quale è entrato in campo, proprio in un momento in cui da lui ci si aspettava un cambio di passo sugli esterni

Yebda e Sosa sv

Mazzarri 6: schiera la formazione migliore e non può fare altrimenti, perchè di fatto alternative all'altezza proprio non ne ha. Ed è questa la sua unica colpa, non aver chiesto con insistenza qualche rinforzo in più degno di questo nome

Kinhofer 5: concedendo 2 minuti di recupero a fronte dei 6 cambi effettuati nella ripresa, mostra di non conoscere i regolamenti internazionali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento