menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lavezzi

Lavezzi

Lavezzi: "Napoli mi manca, spero di tornare in Italia un giorno"

Il Pocho ha rilasciato una lunga intervista al Corriere dello Sport in cui ha parlato moltissimo del Napoli

Ezequiel Lavezzi ha rilasciato una lunga intervista al Corriere dello Sport. Ecco quanto evidenziato da Napoli Today:

Lavezzi, il Napoli può vincere lo scudetto?

"E' in condizione di poterci riuscire. Rispetto agli altri anni ha un'occasione per lottare per il titolo e mi auguro che riesca a sfruttarla".

Cosa ha la Juve più del Napoli?

"Finora ha fatto meglio ed è davanti in classifica, ma non penso che abbia qualcosa in più. Secondo me come potenziale le due formazioni solo alla pari".

Giriamo la domanda: cosa manca al Napoli per essere da scudetto?

"Difficile dirlo perchè è già lì che sta lottando per il titolo e sono davvero convinto che quest'anno possa vincere. Il Napoli oggi è una bellissima squadra ed è più giusto guardare quello che ha, non quello che gli manca. Aveva già una rosa importante a inizio campionato e ora si è rinforzato ulteriormente grazie al mercato di gennaio. Mazzarri ha un gruppo di giocatori importanti e molto uniti che possono puntare in alto".

Lavezzi vince il campionato in Francia, il Napoli in Italia: riesce a immaginare un finale migliore?

"Andrebbe non bene, ma benissimo. Sono stato cinque anni a Napoli e con i tifosi ho avuto un rapporto speciale. Mi sono rimasti amici tra i giocatori e tra la gente. Sarebbe bello vederli festeggiare".

Che partita sarà Napoli-Juventus della prossima settimana?

"Può essere decisiva per lo scudetto, ma dipende anche da quello che succederà in questo week end. Sarebbe importante che il Napoli arrivasse allo scontro diretto distante al massimo quattro punti come adesso. Se vincerà a Udine, allora disputerà una grande partita contro i campioni in carica. Mi aspetto una battaglia perchè i punti in palio sono pesanti e perchè la gente di Napoli spingerà gli azzurri con ancora più forza rispetto al passato".

Cavani è il miglior giocatore della Serie A?

"Adesso è tornato Balotelli, ma credo che Edi sia senza dubbio il più forte".

Insigne può raccogliere l'eredità di Lavezzi?

"Può fare bene, tanto bene. E' un talento che l'Italia ha e deve sfruttare. Non credo che sia positivo per lui dire che può sostituire me o un altro giocatore del passato. La cosa importante è che ogni calciatore faccia la sua storia, senza essere ostacolato dai paragoni. Insigne ha tante belle doti e un margine di crescita incredibile. Se continua a migliorare, visto che è giovane, può diventare molto più forte e più amato dalla gente di me. Glielo auguro".

Chi sente dei suoi ex compagni?

"Chiamo spesso Cannavaro, Inler, Grava, Hamsik e gli argentini. Con De Sanctis, invece, non ho parlato più perchè è una brutta persona (scoppia a ridere e svela lo scherzo, ndr)".

Mazzarri pensa di lasciare a fine stagione: cosa perderebbe il Napoli?

"Non so quello che Mazzarri deciderà di fare, ma il Napoli perderebbe tanto con l'eventuale addio del mister. Lui ha costruito questa squadra vincente grazie all'ottimo lavoro che ha svolto: è uno che studia le partite, si impegna con tutte le sue forze e mette in condizione i suoi giocatori di dare il massimo. Tanti tecnici provano a farlo, ma non hanno i suoi risultati. Se il Napoli sta lottando per lo scudetto, gran parte del merito è di Mazzarri. E lo dico senza voler mancare di rispetto alla società e ai giocatori che hanno fatto grandi cose".

Sente ancora il presidente De Laurentiis?

"Ci siamo telefonati un paio di volte dopo il mio addio. Tra noi è rimasto affetto e un ottimo rapporto anche se durante i miei 5 anni al Napoli ci sono stati momenti buoni e meno buoni".

A Lavezzi manca un po' Napoli?

"Parigi è bella e mi piace. Certo, a Napoli ho apprezzato una città che vive di calcio 24 ore al giorno, ho avuto la fortuna di giocare in uno stadio diverso dagli altri e di avere tifosi fantastici. Queste cose è normale che un po' mi manchino, ma sono contento della scelta che ho fatto".

Le sua compagna Yanina, però, è già stata due-tre volte a Napoli. Sente la nostalgia?

"Io sono un calciatore ed è più facile per me abituarmi a vivere in un'altra città, mentre lei avverte più di me la nostalgia di Napoli".

In futuro rivedremo Lavezzi in Italia?

"Non lo so. Sinceramente oggi non è una cosa alla quale penso. Tornare in Italia, però, mi piacerebbe perchè il calcio italiano è bellissimo: ci sono un ambiente e un'atmosfera unica. Spero che un giorno mi rivedrete nel vostro campionato".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Attualità

Supplica alla Madonna di Pompei: il testo

Attualità

Concorsone Sud 2800 posti: le date della prova scritta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Media

    Il ritorno di Liberato: ecco "E te veng' a piglià" | VIDEO

  • Media

    Amici, il napoletano Aka7even vola in finale

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento