rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
L'intervista

Kvaratskhelia a Dazn: “Per me questa città è amore”

L'attaccante del Napoli ha scelto anche il suo soprannome preferito: “Kvaradona”

“Il soprannome che preferisco? Scelgo Kvaradona”. Il talento del Napoli Khvicha Kvaratskhelia dice la sua in un'intervista a Dazn in vista del big match del 4 gennaio a San Siro contro l'Inter. La squadra di Spalletti è la favorita nella corsa allo scudetto, ed è proprio di questo che Kvara non si dice scaramantico, ma confida nel fatto che la squadra farà tutto il possibile sul campo per conquistarlo.

Sul suo soprannome preferito tra Zizì, Angelo Azzurro, Kvaradona e Kvaravaggio: “È molto difficile la scelta - replica il georgiano - tutti sono molto belli e simpatici, però ovviamente quando si tratta, anche di una piccola parte del nome Maradona misto al tuo, lascia un’emozione diversa: mi riempie di orgoglio. Quindi Kvaradona è sicuramente il mio preferito”.

“In Georgia tutti amano il calcio, ogni calciatore e ogni sportivo è molto stimato, e mi hanno accolto con tanto amore: potrei dire che tantissime persone della Georgia ora tifano il Napoli, da quando ci gioco io. Mi accolgono sempre con calore. Comunque, è il mio paese e vorrei che tutti sapessero che in questo paese vive gente fantastica”. 

“Napoli è una città stupefacente con la sua bellezza e poi anche i napoletani sono delle ottime persone. Qui la città vive di amore per il calcio, tutte le persone ne sanno di calcio, quando sei un giocatore è motivante quando tutta la città tifa per te e ti trasmette l’amore in ogni attimo. Per me questa città è amore”, ha aggiunto il georgiano, che sulla trattativa prima di arrivare in squadra ricorda: “È durata tantissimo la trattativa con il Napoli, circa due anni, ero molto contento che una squadra così grande fosse interessata a me, ero davvero felice e non vedevo l’ora di indossare la maglia del Napoli”.

 Sul perché volesse giocare nel Napoli: “Per prima cosa, penso, per la squadra, perché hanno degli ottimi giocatori: quando guardavo le loro partite pensavo che avrei potuto fare perfettamente parte della squadra, mi piaceva molto come giocavano. Alla fine è successo: oggi sono un giocatore del Napoli”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Kvaratskhelia a Dazn: “Per me questa città è amore”

NapoliToday è in caricamento