Notizie SSC Napoli

Juve-Napoli vietata ai nati in Campania, il Questore di Torino: "Scelta discriminatoria"

Il Questore di Torino De Matteis: "Non parliamo con le società via mail ma negli organi preposti". Lo Juventus Club di Cercola: "Entreremo in 200". Arriva la rettifica della Juventus

Non si placano le polemiche sulla scelta della Juventus di vietare la vendita dei biglietti, per il prossimo Juve-Napoli, ai residenti e ai nati in Campania. Sulla volontà del club bianconero dovrà comunque esprimersi l'Osservatorio, che ha l'ultima parola e si riunirà il 21 agosto per approvare o meno il controverso desiderio della Juventus. Intanto aspre critiche sono mosse al club dal Questore di Torino, Roberto De Matteis, che parla a Repubblica: "Si tratta di una misura dubbia e discriminatoria, che potrebbe avere anche valore razzista", spiega De Matteis.

Juve-Napoli vietata ai campani, l'attore di Gomorra: "Tristezza infinita"

"Noi non parliamo con le società per email, ma negli organi preposti, ossia il Gruppo Operativo per la Sicurezza e l'Osservatorio per le manifestazioni sportive. Questi organi non si sono ancora espressi e non avrebbero comunque mai avallato tale provvedimento", conclude il Questore di Torino De Matteis.  

Juve-Napoli, la posizione del club bianconero di Cercola (Napoli): "Entreremo"

CLUB CERCOLA - A NapoliToday la scelta del club juventino è stata commentata anche dallo Juventus Club di Cercola (provincia di Napoli). Gli associati, nella maggior parte residenti o nati in Campania, si dicono "sicuri di poter entrare allo Juventus Stadium. Saremo lì in duecento, avremo regolare biglietto. Lasciamo che questa sia una manifestazione sportiva e nulla più. Non ci sono problemi". 

CONSIGLIO COMUNALE -  "Egregio Signor Presidente della Repubblica, Le chiedo un Suo diretto intervento affinchè vengano salvaguardati e tutelati i diritti sacrosanti dei cittadini napoletani e campani, così come previsto dalla nostra Costituzione. Un atto indegno e discriminatorio che nulla ha a che vedere con i valori ed principi che lo sport dovrebbe rappresentare". Questo il contenuto della lettera che il Presidente della Commissione Infrastrutture del Comune di Napoli, Nino Simeone, ha inviato al Presidente Sergio Mattarella. 

Nel pomeriggio è arrivata la rettifica del club, che sul sito ufficiale vieta la vendita solo ai "residenti in Campania" dopo riunione con il Gos, Gruppo Operativo di Sicurezza. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Juve-Napoli vietata ai nati in Campania, il Questore di Torino: "Scelta discriminatoria"

NapoliToday è in caricamento