Notizie SSC Napoli

Supercoppa alla Juve, Mazzoleni "manda ko" il Napoli per 4-2

Gli azzurri due volte avanti con Cavani e poi con Pandev, non riescono a tornare a casa con il primo trofeo della stagione. Show dell'arbitro che concede un rigore discusso ai bianconeri e lascia il Napoli in 9

Il Napoli torna a casa a mani vuote, poichè il primo trofeo della stagione va "alla Juventus", ma i tifosi azzurri possono essere orgogliosi di quanto fatto da Cavani e dai compagni, stoici nell'arrivare ai supplementari in 9 contro 11, dopo lo show dell'arbitro Mazzoleni. Eh si perchè il vero protagonista del match è stato proprio l'arbitro con una direzione che farà discutere tantissimo, soprattutto dopo la scelta della società partenopea di disertare la premiazione.

IL MATCH - Il Napoli comincia subito con il piglio giusto, la Juve punta al possesso palla. Gli azzurri aspettano che i bianconeri si scoprano, per colpirli con il trio delle meraviglie Hamsik, Pandev e Cavani. Proprio l'uruguaiano sblocca la partita al 27', su invito di Pandev. Il Matador prova a superare Buffon in uscita, prima di freddare il portiere juventino dopo il tocco dello stesso estremo difensore della nazionale. Passano solo 10 minuti e Asamoah trova il jolly con un tiro a volo dalla sinistra, sul quale De Sanctis arriva in ritardo. Nel finale di tempo, però, Pandev riporta in vantaggio il Napoli grazie ad uno splendido pallonetto con Buffon in uscita, dopo aver rubato palla a Bonucci. Nella ripresa c'è Vucinic al posto di Matri, ma la musica non cambia troppo per i bianconeri, fino a quando "entra in scena" il sestetto arbitrale. E' il minuto 73' quando Fernandez (mandato inspiegabilmente in campo da Mazzarri al posto di Cannavaro) e Vucinic cadono entrambi a terra sfiorandosi in una normale azione di gioco. Solo uno dei giudici di porta, però, vede il calcio di rigore, che Mazzoleni concede. Sul dischetto va Vidal che pareggia il conto. Lo show in negativo del sestetto arbitrale, però, è solo all'inizio. A 5' minuti dal termine, infatti, l'arbitro manda fuori con rosso diretto Pandev, reo di aver detto qualcosa ad uno dei guardalinee. Pochi secondi dopo, sugli sviluppi di un'azione in cui l'arbitro inverte per l'ennesima volta una punizione, Zuniga commette fallo e già ammonito viene espulso, così come Mazzarri in panchina. Il Napoli arriva stoicamente ai supplementari in 9 contro 11, ma nell'inutile appendice del match, prima un autogol di Maggio e poi una rete di Vucinic, fissano il risultato sul 4-2 finale.

JUVENTUS-NAPOLI 4-2

Juventus (3-5-2): Buffon, Barzagli, Lucio, Bonucci, Lichtsteiner (44' st Padoin), Vidal, Pirlo, Marchisio, Asamoah, Giovinco (11' sts Giaccherini), Matri (1' st Vucinic). All. Carrera

Napoli (3-5-1-1): De Sanctis, Campagnaro, Cannavaro (17' st Fernandez), Britos, Maggio, Behrami, Inler (1' sts Dossena), Hamsik (22' st Gargano), Zuniga, Pandev, Cavani. A disp. Rosati, Aronica, Insigne, Vargas. All. Mazzarri

Arbitro: Mazzoleni di Bergamo

Marcatori: 27' Cavani, 37' Asamoah, 41' Pandev, 74' Pirlo, 97' Maggio (aut.), 102' Vucinic

Note: ammoniti Britos, Cannavaro, Behrami, Cavani, Lichtsteiner, Bonucci. Espulso all'85' Pandev e al 93' Zuniga e Mazzarri.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Supercoppa alla Juve, Mazzoleni "manda ko" il Napoli per 4-2

NapoliToday è in caricamento