menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della partita © Tm NewsInfophoto

Un momento della partita © Tm NewsInfophoto

Juventus-Napoli 3-0 | Lo Juventus Stadium si conferma tabù per gli azzurri

Una brutta partenza, le soliti discutibili decisioni arbitrali ed un super Buffon, sbarrano la strada agli uomini di Benitez. Troppo severo il punteggio per i partenopei, ma l'impianto torinese resta imperforabile

Lo Juventus Stadium si conferma tabù per il Napoli. Gli azzurri, in tre partite nel nuovo impianto bianconero, hanno incassato altrettante sconfitte, senza riuscire a siglare mai una rete. Il passivo di tre gol, in verità, è sin troppo severo per gli azzurri, che pagano un approccio alla gara troppo molle, rispetto alla furia agonistica dei padroni di casa, comunque agevolata da una svista del guardalinee sul vantaggio siglato da Llorente dopo pochi secondi di gioco.

IL MATCH - Benitez preferisce Insigne a Mertens, Conte Llorente a Quagliarella. E' proprio lo spagnolo a sbloccare subito la gara, dopo appena due minuti, sfruttando al meglio un fortunoso rimpallo. La posizione dell'ex Athletic Bilbao è però di offside, ma il collaboratore dell'arbitro Rocchi, Carriolato, non la rileva. Sulle ali dell'entusiasmo i padroni di casa continuano ad assediare gli azzurri, che incassano senza reagire. All'8' Reina compie un miracolo su colpo di testa di Bonucci, viziato da una sponda di Pogba che si appoggia palesemente su Behrami. Al 20' il Napoli dà i primi segni di risveglio, con Insigne, il più pericoloso tra gli ospiti. Subito dopo ci prova anche Higuain, che però calcia a lato. Ancora Insigne ci prova per ben due volte in chiusura di tempo, ma i bianconeri conservano il vantaggio all'intervallo. Al rientro in campo è un'altra partita. Il Napoli controlla il pallino del gioco, la Juve aspetta e comincia a temere. Al 52' punizione di Insigne dal limite, ma Buffon vola e devia in angolo. Al 65' Hamsik si sveglia, ma sottomisura calcia sull'esterno della rete, fallendo il pareggio. Al 74' l'arbitro Rocchi concede l'ennesima punizione generosa ai bianconeri, trasformata magistralmente da Pirlo che fa 2-0. Insigne non si arrende e cerca di accorciare le distanze, ma Buffon gli dice ancora di no. All'80' un bolide di Pogba dalla distanza fulmina Reina per 3-0, fissando il risultato. Nel finale espulso Ogbonna per doppia ammonizione.

JUVENTUS-NAPOLI 3-0

Juventus (3-5-2): Buffon, Barzagli, Bonucci, Ogbonna, Isla, Vidal (85' Marchisio), Pirlo, Pogba, Asamoah, Tevez (83' Peluso), Llorente (87' Quagliarella). All. Conte

Napoli (4-2-3-1): Reina, Maggio, Fernandez, Albiol, Armero, Inler (79' Duvan), Behrami, Callejon (71' Mertens), Hamsik, Insigne, Higuain. A disp. Rafael, Colombo, Britos, Cannavaro, Uvini, Radosevic, Dzemaili, Pandev. All. Benitez

Arbitro: Rocchi di Firenze

Marcatori: 1' Llorente, 74' Pirlo, 80' Pogba

Note: ammoniti Bonucci, Hamsik, Vidal. All'83' espulso Ogbonna per doppia ammonizione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Media

    Il ritorno di Liberato: ecco "E te veng' a piglià" | VIDEO

  • Media

    Amici, il napoletano Aka7even vola in finale

  • Cronaca

    Lutto per il Gambrinus, è morta la storica cassiera

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento