James e gli infortuni, l'ex medico: "Non ci sta con la testa, pensa ai capelli anziché ad allenarsi"

Le dure accuse che Héctor Fabio Cruz, ex medico della nazionale colombiana, ha mosso al trequartista cercato dal Napoli

James Rodriguez

Stanno facendo discutere le dichiarazioni che Héctor Fabio Cruz, ex medico della nazionale colombiana, ha rilasciato a Futbolred a proposito dell'obiettivo di mercato del Napoli James Rodriguez. Il trequartista che milita ancora nel Real Madrid, impiegato contro il Valladolid dall'allenatore dei blancos Zinedine Zidane, ha accusato l'ennesimo infortunio al polpaccio. E non è un caso, secondo il medico.

L'accusa che Cruz muove al fuoriclasse colombiano è infatti di non dedicarsi a seguire i piani di recupero e i consigli medici, il tutto perché “impegnato a fare altro”. “Quel ragazzo non è concentrato, non ci sta con la testa. Anziché dedicarsi alla preparazione atletica per la nuova stagione – attacca il medico – ha perso tempo a sistemarsi i capelli e a farsi le sopracciglia. Le grandi squadre come il Real Madrid vogliono dei professionisti”. “Veniva da mesi in cui non aveva giocato - è il parere di Cruz - se si fosse preparato adeguatamente non si sarebbe infortunato”.

Il medico lo ha anche paragonato, impietosamente secondo il suo racconto dei fatti, a Cristiano Ronaldo. “Cristiano si è preso una settimana di vacanza, è salito su uno yacht con la famiglia, è andato in Grecia, e la settimana dopo era già al lavoro con uno staff di 15 persone per preparare la nuova stagione. È il ragazzo più professionale che conosco. James invece finita la Coppa America è tornato a Medellin e non ha lavorato un minuto”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un'accusa di scarsa professionalità che potrebbe anche essere una delle ragioni per cui Aurelio De Laurentiis pare non abbia mai davvero pensato a soluzioni d'acquisto del giocatore che non prevedessero un prestito. Per provare a capire, almeno un'intera stagione, se la vicinanza con Carlo Ancelotti potrebbe riportare il colombiano ai livelli da fenomeno cui aveva abituato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza di De Luca: "Misure drastiche. Si blocca la movida"

  • Lutto nel mondo del cinema e del teatro: è morta Rossella Serrato

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 28 settembre al 2 ottobre: tra proposte di matrimonio e figli legittimi e non

  • Coronavirus, primo alunno positivo in Campania: chiusa la scuola

  • Coronavirus, record negativo di nuovi casi. De Luca: "Se continua così chiudiamo tutto"

  • Elettra Lamborghini: con Napoli è vero amore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento