menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le pagelle di Inter-Napoli

Dal naufragio di San Siro si salvano davvero in pochi, tra cui il solito Pazienza

Le pagelle di Inter-Napoli

De Sanctis 5,5: sul primo ed il terzo gol qualche cosina in più potrebbe fare, oltre ad un paio di uscite incerte che creano dei pericoli

Campagnaro 5: sul primo gol si fa battere da Thiago Motta, poi alterna cose positive a cose molto negative

Cannavaro 5,5: in occasione del secondo gol di Cambiasso si fa bruciare sul tempo, ma per il resto gioca una buona partita con poche altre disattenzioni

Aronica 4: riesce a sbagliare l'interpretazione di quasi tutte le sue giocate. In fase difensiva, poi, va puntualmente fuori posizione

Maggio 4,5 : si divora sul 1-1 un gol clamoroso e sbaglia un'infinità di appoggi e cross

Gargano 4,5: gira a zonzo per il campo, non beccandola quasi mai fino a quando Mazzarri, esasperato, non lo toglie dal campo

Pazienza 6,5: non rinnovare il contratto ad un giocatore del genere sarebbe davvero un delitto. E' uno dei pochi a non perdere mai la bussola e a centrocampo è l'unico a rispondere alla serata di grazia degli interisti

Dossena 4: disastroso in fase difensiva, gravi le colpe sia sul secondo che sul terzo gol

Hamsik 6: gioca benissimo nel primo tempo, poi nel secondo tempo si accende e si spegne ad intermittenza come il resto della squadra

Lavezzi 6: nel primo tempo è devastante nelle ripartenze ed offre un perfetto assist a Pazienza per il gol del pareggio. Nella ripresa cala fisicamente e si perde anche lui nel naufragio della squadra

Cavani 5,5: meno preciso del solito in zona gol, anche se il movimento e l'impegno non manca mai

Yebda 5,5: il suo ingresso in campo non mette e non toglie granchè alla partita del Napoli

Zuniga 6: paradossalmente alla fine risulta uno dei più pericolosi fra gli azzurri. Almeno ci prova, pur entrando nel momento peggiore della squadra

Sosa sv

Mazzarri 5,5: lasciare fuori Grava dopo le ultime brillanti prestazioni per reinserire Aronica non si rivela una scelta felice. Potrebbe nell'intervallo togliere sia Dossena che Aronica, o almeno uno dei due, per risistemare la corsia mancina dove l'Inter affonda come il coltello nel burro, ma preferisce non cambiare l'assetto difensivo

Rocchi 6: non gli tocca effettuare alcun intervento particolarmente rilevante.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento