menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Insigne: "Pronto a tornare a Napoli, purchè sia alla pari con gli altri"

Il gioiellino azzurro ha parlato del suo futuro ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli

Lorenzo Insigne ha rilasciato una lunga intervista a Radio Kiss Kiss Napoli: "De Laurentiis mi rivuole a Napoli? Ringrazio il presidente per le parole di stima, ma sono uno che pensa a procedere con cautela. C'è ancora una partita da giocare con il Pescara, poi penserò al futuro. Non so se resterò qui un altro anno, a fine campionato si metteranno d'accordo le due società. Non ho la pretesa di giocare titolare nel Napoli, vorrei solo essere considerato al pari di tutti i giocatori della rosa, altrimenti preferirei restare un altro anno al Pescara. Mi piacerebbe essere ritenuto un calciatore come gli altri, che parta sullo stesso piano degli altri attaccanti, e non solo un giovane che deve crescere e maturare".

"Ho sentito Paolo Cannavaro, gli ho fatto i complimenti via sms per la vittoria della Coppa Italia e lui me li ha ricambiati per la promozione in serie A. Se sono pronto per affrontare un'avventura impegnativa in una piazza come Napoli? Certo, se dovessi averne l'opportunità, cercherei di ricambiare la fiducia nel migliore dei modi. Prandelli avrebbe voluto convocare anche me oltre Verratti? Non ho sentito il mister, ma lo ringrazio, sono felice delle sue parole. Hamsik ha giocato nel Napoli a 19 anni, perchè io non posso farlo? Forse perchè Marek era già pronto. In azzurro con mio fratello Roberto? Ogni napoletano coltiva il sogno di giocare con la maglia del Napoli, ma lui è ancora piccolo, è solo un '94. Io bandiera del futuro? La bandiera del Napoli è giustamente Paolo Cannavaro, sono giovane, per me c'è tempo per diventarlo".

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tony Colombo, l'annuncio: "A fine mese dirò addio alle scene musicali"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento