Omicidio George Floyd, si mobilita il calcio italiano. De Laurentiis: "Basta brutalità e razzismo"

Numerosi giocatori del Napoli hanno solidarizzato con la causa antirazzista che sta scuotendo l'America e il mondo

"Quello che è successo a Minneapolis con l'omicidio di George Floyd non può essere interpretato solo come un episodio di violenza di uno o più poliziotti. È qualcosa che va oltre. Deve far riflettere tutti, non solo gli americani". Così, su Twitter, il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis a proposito della morte per mano di un poliziotto dell'afroamericano George Floyd, caso che sta scuotendo gli Usa e facendo mobilitare l'intero pianeta contro il razzismo e la prevaricazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La violenza non può e non deve essere mai la soluzione a un problema. Apprezzo che molti calciatori del Napoli abbiano solidarizzato con la protesta che dilaga in tutto il mondo - ha aggiunto il numero 1 del club azzurro -. Non possiamo più accettare episodi di brutalità e di razzismo. Dobbiamo reagire".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incinta, scopre di avere il Coronavirus in ospedale a Nola prima del parto

  • Dagospia: “Stefano De Martino sta con Alessia Marcuzzi. Belen ha un fidanzato napoletano”

  • Furto a casa del poliziotto morto. La moglie: “Ci hanno portato via anche i ricordi”

  • Tenta una violenza sessuale in piena piazza Garibaldi: denunciato

  • Piedi che puzzano? un bicchierino di Vodka e il cattivo odore va via

  • "Smetta di fumare e metta la mascherina": in Circum passeggero manda capotreno in ospedale

Torna su
NapoliToday è in caricamento