menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Napoli inarrestabile, battuto anche il Genoa con un gol di Hamsik

Gli azzurri sfatano un altro tabù sbancando Marassi, sponda rossoblù, dopo 9 anni. Decisivo un gol di Hamsik, ottima la prova della difesa con un Campagnaro letteralmente straordinario

Il Napoli non vuole più fermarsi, così come i sogni dei suoi tifosi. Gli azzurri sfatano l'ennesimo tabù stagionale, battendo a domicilio il Genoa dopo 9 anni. E pensare che mancava Lavezzi, da tutti ritenuto il giocatore più importante per Mazzarri, soprattutto nelle gare in trasferta. Quella del Pocho, sostituito da Zuniga, è l'unica assenza dal 11 tipo del Napoli, mentre in casa Genoa continuano gli esperimenti di Ballardini. Dopo una prima fase di studio, gli azzurri prendono subito in mano le redini del gioco, affondando con le ripartenze di Maggio, Zuniga e Hamsik. Proprio lo slovacco porta in vantaggio i partenopei al 24', con uno splendido colpo di testa su cross di Gargano direttamente su calcio di punizione. La Mazzarri-band continua a spingere sull'acceleratore alla ricerca del raddoppio, con Zuniga che per due volte in area di rigore resta col colpo in canna. Sul finale di tempo i rossoblù provano a rendersi pericolosi, con Toni che con la sua stazza cerca di infastidire l'impeccabile retroguardia azzurra. Nella ripresa è il Genoa a fare la partita con il Napoli che aspetta in attesa di ripartire in contropiede. Ballardini mette dentro Mesto, Rudolf e Destro, ma i rossoblù faticano a trovare la via del gol. Mazzarri risponde colpo su colpo al collega ligure, togliendo Zuniga e inserendo Yebda per imbottire la zona mediana del campo, dove il Napoli va un pò in affanno. Il Genoa protesta per un fallo di mano di Maggio in area, ma l'arbitro Brighi non vede, così come al 84' quando espelle Pazienza per doppia ammonizione per un fallo che non c'è. A nulla serve il forcing dei padroni di casa che provano ad approfittare della superiorità numerica. Il bunker azzurro guidato da un Campagnaro invalicabile, non crolla e porta a casa tre punti che valgono doppio.

Genoa (4-3-1-2): Eduardo, Rafinha, Dainelli, Ranocchia, Criscito, Rossi, Milanetto, Veloso (1' st Mesto), Kharja (23' st Destro), Palladino (1' st Rudolf), Toni. A disp. Scarpi, Moretti, Jankovic, Moreno. All. Ballardini

Napoli (3-4-2-1): De Sanctis, Campagnaro, Cannavaro, Aronica, Maggio, Gargano, Pazienza, Dossena, Hamsik (39' st Sosa), Zuniga (19' st Yebda), Cavani. A disp. Iezzo, Santacroce, Cribari, Vitale, Dumitru. All. Mazzarri

Arbitro: Brighi di Cesena
Marcatore: 25' pt Hamsik
Note: ammoniti Campagnaro, Veloso, Zuniga, Cannavaro. Espulso al 40' st Pazienza (N) per doppia ammonizione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Esplosione ai Colli Aminei, distrutto un negozio

  • Cronaca

    Lite finisce nel sangue, uomo ucciso a colpi di cric

  • Cronaca

    Riaprono i negozi: "Pochi clienti e molte attività sono già fallite"

  • Cronaca

    Tragedia in metropolitana: uomo travolto da un treno

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento