Venerdì, 19 Luglio 2024
Notizie SSC Napoli

Il Napoli crolla ad Empoli 3-2, scudetto addio. La società comunica il "ritiro permanente"

La peggiore prestazione della gestione Spalletti: gli azzurri errore dopo errore si fanno recuperare due reti di vantaggio e addirittura nel finale riescono anche a farsi superare. Poco dopo il il triplice fischio l'annuncio del club: squadra in ritiro

Un Napoli fuori fase come non lo si vedeva dai tempi dell'esonero di Ancelotti due anni fa, perde clamorosamente 3-2 ad Empoli una gara che addirittura conduceva di due lunghezze.

Che quello degli uomini di Spalletti sia un crollo mentale o fisico, sta di fatto che adesso devono guardarsi le spalle e stare attenti a non mettere a repentaglio anche la qualificazione alla Champions League. Scenario improbabile, certo, ma non impossibile a fronte di una squadra slegata, distratta e spenta come quella vista in casa dei toscani. Forse anche in questa chiave - oltre che probabilmente per intenti "punitivi" - è da leggere la decisione che il club ha comunicato poche decine di minuti dopo il triplice fischio: la squadra sarà in "ritiro permanente" a partire da martedì, giorno della ripresa degli allenamenti dopo la giornata di riposo già concordata per domani.

Una partita pessima quella in Toscana, la peggiore della gestione Spalletti, eppure le cose sembravano essersi messe nel migliore dei modi per gli azzurri. Difesa distratta, centrocampo leggero, eppure sul finire del primo tempo il solito Dries Mertens era riuscito a fare il suo nono gol stagionale e a regalare il vantaggio al Napoli. Bene anche l'inizio della ripresa, con il 2-0 siglato da Insigne.

Apparentemente il match è in discesa, con il 3-0 mancato anche in almeno un'occasione. Poi succede qualcosa. Il Napoli forse pensa di averla portata a casa, o forse le gambe non ne hanno più. Errore dopo errore appare evidente che l'Empoli può segnare, e su tre clamorosi svarioni difensivi riesce prima ad agguantare gli avversari, poi a superarli.

Con i tantissimi tifosi azzurri che avevano seguito la squadra in trasferta increduli per il suicidio sportivo cui avevano appena assistito.

La sala stampa

"Prendo atto di ciò che accade, difficile immaginare un finale del genere", ha detto a Dazn Luciano Spalletti. "Sul finale abbiamo perso un po' d'attenzione". L'allenatore si è preso la responsabilità anche dei cambi che lui stesso ha definito sbagliati.

Il tabellino

EMPOLI (4-3-1-2): Vicario; Stojanovic, Luperto, Viti, Parisi (17' st Cacace); Bandinelli (16' st Henderson), Asllani (25' st Stulac), Zurkowski; Verre (22' st Bajrami); Cutrone (21' st Di Francesco), Pinamonti. A disposizione: Ujkani, Fiamozzi, Romagnoli, Ismajli, Benassi, Fazzini, La Mantia. Allenatore: Andreazzoli

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Zanoli (1' st Malcuit), Rrhamani, Juan Jesus, Mario Rui; Anguissa, Fabian Ruiz; Lozano (23' st Zielinski), Mertens (33' st Politano), Insigne (40' st Ounas); Osimhen. A disposizione: Ospina, Marfella, Barba, Tuanzebe, Demme, Petagna. Allenatore: Spalletti

ARBITRO: Marinelli di Tivoli

MARCATORI: 44' pt Mertens (N), 8' st Insigne (N), 35' st Henderson (E), 38' st Pinamonti (E), 42' st Pinamonti (E).

NOTE: Ammoniti: Bandinelli, Viti, Stojanovic, Pinamonti (E); Zanoli (N); Recupero: 1' pt, 6'st.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Napoli crolla ad Empoli 3-2, scudetto addio. La società comunica il "ritiro permanente"
NapoliToday è in caricamento