menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Doppio Cavani fa volare l'EuroNapoli

Gli azzurri vincono 2-0 in casa dell'Elfsborg con due gol dell'attaccante uruguaiano, che ammorbidiscono le polemiche per l'imminente cessione di Quagliarella

La dea bendata è dalla parte del duo Mazzarri-De Laurentiis. Non solo perchè il Napoli passa il turno e approda ai gironi di Europa League, ma perchè nel bel mezzo delle contestazioni per l'imminente cessione di Quagliarella, arriva la doppietta di Edinson Cavani, che dovrà sostituire il bomber stabiese pronto a vestirsi di bianconero. E pensare che se Quagliarella non fosse stato in procinto di passare alla Juventus, l'uruguagio questa sera a Boras si sarebbe accomodato in panchina, come da previsione fino al primo pomeriggio di oggi. L'ex attaccante del Palermo è l'unica novità proposta da Mazzarri rispetto all'undici che già 7 giorni fa aveva battuto al San Paolo l'Elfsborg. Gli svedesi mostrano subito di essere volenterosi, ma nulla più e dopo uno sterile dominio territoriale nei primi 15 minuti, gli azzurri prendono il sopravvento con Maggio, Dossena, Hamsik e Lavezzi che sulle fasce in contropiede fanno a pezzi la difesa svedese. Ma il terminale dello scacchiere partenopeo è Cavani, che già al 20esimo fa le prove generali su un bel cross di Dossena. Il risultato, però, El Matador lo sblocca al 28esimo: splendida diagonale difensiva di Maggio che parte dalla propria area di rigore palla al piede, serve in verticale Gargano che ai 20 metri serve in profondità Cavani che trafigge Covic con un perfetto diagonale. Ancora il duo uruguagio è protagonista del raddoppio, in coabitazione con Hamsik, dieci minuti dopo: Gargano triangola al limite dell'area con lo slovacco che crossa dalla destra verso sinistra dove Cavani defilato batte ancora una volta l'estremo difensore dell'Elfsborg a pochi passi dalla porta con un preciso colpo di testa. Si va al riposo con gli azzurri avanti di due gol e con la qualificazione ormai in tasca. La seconda frazione di gioco si apre come si era chiusa, con il guardialinee che dopo pochi secondi ferma Cavani lanciatissimo a rete da solo per un fuorigioco inesistente. L'unico brivido alla retroguardia azzurra lo regala Keene al 50esimo, ma De Sanctis è attentissimo a sventare la minaccia. Comincia la girandola dei cambi: Mazzarri nel giro di un quarto d'ora sostituisce Maggio con Zuniga, Hamsik con Blasi e Lavezzi con Campagnaro. La partita scivola via senza ulteriori sussulti, mentre lentamente scorrono i titoli di coda per l'Elfsborg in Europa League e per Quagliarella che domani si sveglierà con una maglia a strisce bianche e nere in dosso.

Elfsborg: Covic, Klarstrom (26' st Karlsson), Lucic, Andersson (20' st Wikstrom), Florèn, Larsson, Svensson, Mobaeck, Ericsson, Keene (31' st Jawo), Avdic. A disp: Wulff, , Nordmark, Hult, Rennie. All. Haglund.

Napoli: De Sanctis 6,5, Grava 6, Cannavaro 6, Aronica 6, Maggio 6,5 (10' st Zuniga 6), Gargano 6,5, Pazienza 6, Dossena 6,5, Hamsik 6,5 (19' st Blasi 6), Cavani 7,5, Lavezzi 6,5 (28' st Campagnaro 6). A disp. Iezzo, Santacroce, Maiello, Quagliarella. All. Mazzarri 6,5

Arbitro: Ennjimi (Francia)
Marcatore: 29' pt Cavani, 38' pt Cavani
Note: ammoniti Lavezzi, Larsson.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento