menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

De Laurentiis: "I nostri giocatori non sono cedibili. Cavani e Lavezzi costano tanto"

Il presidente del Napoli, ai microfoni dell'emittente inglese Sky Sports, toglie dal mercato i suoi gioielli

Aurelio De Laurentiis ha rilasciato alcune dichiarazioni all'emittente inglese Sky Sports Uk. Ecco quanto raccolto da IlGazzettinoLocale:

CHELSEA-NAPOLI - "La gara di domani sera sarà molto difficile, ovviamente noi speriamo di chiudere il discorso qualificazione. Ma per noi è già un risultato molto importante essere arrivati a vedere questa partita. Il cambio di allenatore che ha avuto il Chelsea non ci favorisce i giocatori vorranno dimostrare di riuscire a fare bene con Di Matteo. La partita di domani sarà una gara molto psicologica ma sia i nostri giocatori che quelli del Chelsea sono dei professionisti e riusciranno a non sentire la pressione sarà fondamentale rimanere concentrati per tutta la durata del match. Quando ho acquistato il Napoli mi è stato dato solo un foglio di carta e nulla in più, abbiamo ricominciato dalla Serie C e adesso siamo qui a giocarci questa partita sono molto orgoglioso di tutto ciò".

MAZZARRI - "Ci auguriamo che la squalifica di Mazzarri possa essere congelata ma nel caso in cui ciò non avvenisse in panchina ci sarà Frustalupi che non ha mai perso forse, essendo noi napoletani scaramantici, meglio che non ci sia Mazzarri. A parte gli scherzi il nostro allenatore è molto importante per noi e speriamo di averlo in panchina".

TIFOSI - "I nostri tifosi sono la nostra forza e rappresentano il dodicesimo uomo in campo è stato un vero peccato non avere dei biglietti in più per la partita di domani".

MERCATO - "I nostri giocatori non sono sul mercato se ci fossero dei club interessati che ci facessero delle proposte. Per acquistare i nostri talenti servono tanti soldi li mettessero sul tavolo e allora, soltanto allora, ne potremmo discutere. Quando io ho acquistato Cavani dal Palermo non aveva questo rendimento con noi è cresciuto tantissimo ed è giusto che noi lo valorizziamo. Tutti vogliono Cavani e tutti vogliono Lavezzi ma al momento nessuno mai ha fatto delle offerte".

PLATINI/MONDO DEL CALCIO - "Il problema del calcio è Platini. Noi come club potremmo sfondare in tanti paesi, come l’India e la Cina, che hanno dei grossi bacini di utenza. La differenza tra il cinema e il calcio è che tu in un film conosci la fine perché la scrivi. Nel calcio, e nello sport in generale, non sai mai come va a finire questo lo rende molto eccitante".

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento