menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

De Laurentiis: "Se Mazzarri ha cambiato idea, ce lo dica"

Il patron azzurro torna sulla questione legata al tecnico

Aurelio De Laurentiis è intervenuto alla presentazione del libro sulla storia del Napoli che si è tenuta oggi nel teatrino di corte di Palazzo Reale. Il presidente ha toccato diversi temi, partendo dalla sfogo avuto dopo la sconfitta di Lecce. Ecco quanto raccolto dal Corriere dello Sport: «So che i ragazzi non c'entrano nulla, cosi' come Mazzarri: hanno fatto qualcosa di straordinario, ma esiste anche l'impeto del tifoso. Ed allora la prossima volta devo pregare i miei collaboratori di portarmi via, altrimenti ragiono come un tifoso». Poi ha toccato l'argomento Mazzarri: «Ha un contratto per i prossimi due anni, questo e' il nostro progetto e per il momento si va avanti così. Vorrei un bel pareggio con l'Inter ed una bella vittoria sulla Juventus. Non credo che a un allenatore al quale e' stato dato il mandato di arrivare quinto ed ha fatto decisamente meglio possa avere un problema di scarse motivazioni». Quindi ha toccato la vicenda premi: «Ne ho le scatole piene di premi ai calciatori. Sono ben pagati. Non credo che al Chievo guadagnano gli stessi soldi del Napoli. Tutti i giocatori del Napoli hanno per un contratto un premio. Quelli che non ce l'hanno, hanno avuto la promessa di un premio in caso di secondo o terzo posto. E' come se un regista di un mio film mi chiedesse un premio per la buona riuscita del film. Anche quest'anno ci sara' una cena di ringraziamento ai calciatori con le rispettive mogli. Quando finira' il campionato ho chiesto ai ragazzi di restare una settimana a Napoli: probabilmente me li porto tutti quanti ospiti una settimana a Capri». Ha concluso su Mazzarri: «Deve dirmi cosa vuole fare. E non si può cambiare idea in corso su un progetto ampiamente condiviso. I contratti sono validi e vanno rispettati. Ufficialmente non mi ha contattato ancora, se poi volesse risolvere il contratto non so come potrei reagire, so solo che i contratti esistono per essere rispettati». E prima di lasciare Napoli ha saputo della squalifica di Cavani: «Cavolo, sono molto dispiaciuto, significa che salterà pure la prima gara dell'anno prossimo».


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

social

Lotto, estrazione di giovedì 22 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento