menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ecco perchè De Laurentiis potrebbe scegliere Gasperini e non Rossi, in caso di addio a Mazzarri

Il modulo di gioco ed i rapporti non idilliaci del tecnico rosanero con Cavani, potrebbero far propendere il patron azzurro per l'ex genoano, in caso di partenza del trainer toscano

Le dichiarazioni di Walter Mazzarri nelle ultime settimane fanno sempre più pensare ad un possibile divorzio tra il Napoli ed il tecnico toscano al termine di questa stagione. Quel che appare certo è che De Laurentiis non si farà trovare impreparato a questa eventualità ed è per questo che il patron azzurro ha già con ogni probabilità individuato una rosa di possibili sostituti dell'ex sampdoriano. Il primo della lista sembra sempre più essere Gianpiero Gasperini. L'ex tecnico del Genoa potrebbe essere l'ideale successore di Mazzarri, anche per via del modulo di gioco abitualmente adottato. Il suo 3-4-3 è quello che più si avvicina al 3-4-2-1 "mazzarriano", un punto di partenza non da poco se si considera che potrebbe essere pericoloso stravolgere tutto ad un tratto dei meccanismi di squadra che ben hanno funzionato in questa stagione e che hanno bisogno di pochi puntelli, in particolar modo in mezzo al campo, per migliorare ancor di più. Passare eventualmente da Mazzarri ad un allenatore che predilige la difesa a 4 sarebbe sicuramente un rischio ed implicherebbe implicitamente la rinuncia ad uno tra Maggio e Dossena, veri e propri punti di forza del Napoli attuale. Il tanto amato 4-3-3 di "zemaniana" memoria, ma non solo, collocano un gradino più in basso Delio Rossi. L'attuale tecnico del Palermo ha un ulteriore handicap rispetto a Gasperini e risponde al nome di Edinson Cavani. I rapporti tra i due, nei 7 mesi di convivenza forzata in Sicilia, non sono stati del tutto idilliaci, secondo quanto si racconta nel capoluogo siculo. In più, l'allenatore riminese non vede l'uruguaiano nel ruolo di prima punta, avendogli sempre preferito in quella posizione Miccoli o Hernandez ed avendolo sempre schierato come attaccante esterno in rosanero. Già due volte, inoltre, Delio Rossi avrebbe potuto sedersi sulla panchina azzurra, ma De Laurentiis gli ha preferito qualcun altro. Nell'agosto del 2004, infatti, quando il produttore cinematografico aveva appena rilevato la società partenopea dal tribunale, sondò alcuni allenatori tra cui Rossi e Vavassori, che fu poi scelto da De Laurentiis, salvo poi "stracciare" il pre-accordo nel momento dell'arrivo di Pierpaolo Marino che volle fortemente Ventura. Ma anche un anno e mezzo orsono, quando ci fu da scegliere il sostituto di Donadoni tra Mazzarri e Rossi, il presidente azzurro preferì decisamente puntare sull'allenatore toscano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Monte di Pietà in vendita, i cittadini: "No a ristoranti e matrimoni trash"

  • Cronaca

    “Chi ha ucciso Maurizio ha dato una coltellata all'intera città”

  • Cronaca

    “Cinque ore di attesa per essere vaccinati”: la denuncia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento