rotate-mobile
Notizie SSC Napoli

De Laurentiis: "Spalletti un mito, ho esercitato l'opzione per il rinnovo. Non venderò Osimhen"

Il presidente del Napoli ha parlato su Rai 1, ai microfoni di "Cinque minuti" di Bruno Vespa

"Le rose vanno rinnovate. Io avevo deciso di rinnovare il parco giocatori e abbiamo pescato all'estero dei giocatori molto interessanti ed è andata bene". Così Aurelio De Laurentiis ha parlato su Rai 1, ai microfoni di "Cinque minuti" di Bruno Vespa, dello scudetto del Napoli

"Nel 2004 dal Tribunale ho preso un pezzo di carta, perché il Napoli era fallito. In meno di 10 anni ho riportato il Napoli in Europa per 14 anni consecutivi ed in meno di altri 10 anni abbiamo vinto lo scudetto. Come si fa a fare una squadra senza debiti? E come si fa a fare un film senza debiti? Bisogna fare budget precisi in relazione a quello che offre il mercato. Cioè bisogna fare gli imprenditori. Nella vita ci sono gli imprenditori e i prenditori. Per il Napoli mi hanno offerto 1 miliardo, ma io l'ho rifiutato. In realtà me ne hanno offerti 2.5 per il mio gruppo e ho rifiutato anche quelli", ha aggiunto il patron azzurro. 

"Il Sud parte importantissima di un'Italia disunita"

"Il Sud è una parte importantissima di un'Italia disunita. Noi abbiamo fatto pochi anni fa l'unità d'Italia, perchè 150 anni non sono quasi nulla. Nel 1200 eravamo l'Italia dei comuni e siamo rimasti tali. In realtà la grande ricchezza dell'Italia è proprio tutto ciò che esiste tra il Nord, il Centro e il Sud, solo che va unificato, perchè saremmo i primi del mondo".

"Spalletti un mito. Ormai è un eroe. Ho esercitato l'opzione per il suo rinnovo"

"Spalletti è un mito, che io inseguivo da almeno 10 anni. Finalmente l'ho portato a Napoli. Mi ha riportato in Europa dopo la crisi del Covid. E adesso io vorrei che si fosse aperto un ciclo con lui alla guida, perchè è un grande condottiero. Il rinnovo? Io ho esercitato un'opzione, quindi adesso la parola è al rispetto di quello che contrattualmente era già stato prestabilito. Napoli nasce da una sirena, da Partenope. Lui ha dichiarato di essersi innamorato di Napoli. E' il primo scudetto dopo averli vinti in Russia, che però è altra cosa. Oramai è un eroe, è entrato nella storia. E' bene che lui ne goda". 

I festeggiamenti

"I napoletani stanno festeggiando da almeno un mese. Vedremo cosa accadrà domenica. Stiamo preparando una bellissima festa per la partita contro la Fiorentina. E vedremo ancora successivamente, per Napoli-Inter. Non finiranno mai le feste. A Napoli si festeggia sempre".

"Non venderò Osimhen"

"Venderò Osimhen? No, giammai", ha concluso De Laurentiis. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Laurentiis: "Spalletti un mito, ho esercitato l'opzione per il rinnovo. Non venderò Osimhen"

NapoliToday è in caricamento