De Laurentiis: "Insigne non può più comportarsi in maniera infantile. James? Se son rose..."

Il presidente del Napoli ha rilasciato una lunga intervista a Sky Sport

De Laurentiis

"Per James siamo tutti quanti ben disposti a fare dei sacrifici, però chiediamo anche al Real Madrid di farne degli altri. Noi non abbiamo annullato la nostra attesa, ma per far sì che si scongeli è necessario che il Real arrivi, magari anche più avanti, a considerare che piuttosto che avere in casa qualcuno scontento e non appagato, sarebbe meglio mandarlo a giocare da qualche parte. Magari in prestito. Io ho letto tante di quelle baggianate… Si è detto che ho parlato con Florentino Perez, ma io non mi metto a parlare con Perez di James. Noi abbiamo Cristiano Giuntoli, abbiamo un grandissimo agente amico di James e amico nostro (Jorge Mendes, ndr), quindi non abbiamo bisogno di parlare con Florentino. Forse, qualora lui mi chiamasse per chiedermi delle cose, potrei rispondergli. Ma non ho mai parlato con Perez, né abbiamo accennato o negoziato tra di noi per James, come ha riportato impudentemente qualche giornalista". Così Aurelio De Laurentiis, nel corso di una lunga intervista rilasciata a Sky Sport, ha parlato della trattativa per portare James Rodriguez al Napoli.

"Napoli - ha proseguito il patron azzurro - sarebbe sicuramente un bel regalo per lui. Studiandolo un pochettino da inesperto, ho notato e ho potuto valutare che James ha reso tantissimo solo in due occasioni, con Carlo Ancelotti: una volta al Real Madrid, una volta al Bayern Monaco. Quindi questa è una super garanzia per lui di essere appagato, di essere al centro della nostra volontà, di essere determinante sul campo e di poter regalare ai nostri tifosi qualcosa di importante. Penso che questo lui lo abbia capito, lo abbia saputo, perché Carlo Ancelotti ci ha parlato e ha saputo motivarlo. 'Se son rose fioriranno' si dice, quindi stiamo tutti a vedere e ad aspettare che i tempi siano più maturi".

De Laurentiis ha parlato anche del capitano Lorenzo Insigne: "Lorenzo è ormai un uomo, mi sembra che l’abbia capito, altrimenti glielo ricorderemo. All’età che ha non può più comportarsi in maniera infantile. Un giocatore come lui deve e può giocare in diversi ruoli, quindi si deve mettere a disposizione di un allenatore che ha dalla sua una grande esperienza e una grande onestà intellettuale. Lui troverà qui casa sua e noi siamo pronti a dargli il massimo, a volte è stato scontento e ha reso di meno: speriamo che questa sia l’annata di una sua totale riconferma, vorrei vederlo come l’ho visto in Nazionale".

Un passaggio anche sugli elementi in uscita e su Elmas: "Ho già detto molte volte che vogliamo prima vendere e fare spazio, perché abbiamo tantissimi calciatori. Nel momento in cui Rog, che ha richieste dalla Germania, dal Cagliari e altre squadre europee e italiane, dovesse trovare lidi migliori, noi non diremo di no. Amiamo che i nostri giocatori possano giocare. Siamo in attesa di vedere quello che accadrà. Se accadrà, Elmas può essere un profilo corretto per la nostra squadra. Poi c’è anche Ounas, mi piacerebbe vederlo in finale di Coppa d’Africa contro Koulibaly: magari fa anche un gol contro KK, potrebbe essere curioso e intrigante. Per lui abbiamo tante richieste, ma stiamo valutando perché pensiamo che forse potrebbe essere più utile a noi".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prove d'evacuazione dei Campi Flegrei, un milione di telefoni squilleranno in contemporanea

  • Eruzione Campi Flegrei, simulata l'evacuazione anche a Napoli

  • Allerta meteo su Napoli, parchi cittadini chiusi il 16 ottobre

  • Volo Napoli-Torino, atterraggio d'emergenza a Genova

  • Temporali in arrivo su Napoli e Campania: allerta meteo della Protezione Civile

  • La migliore pizza fritta del mondo è di Melito: per celebrare il titolo pizze gratis per tutti

Torna su
NapoliToday è in caricamento