rotate-mobile
Notizie SSC Napoli

Inchiesta su fatture nel mondo del calcio, assoluzione per Aurelio De Laurentiis

La sentenza del tribunale di Napoli sul processo "Fuori gioco"

Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis, per il quale la Procura aveva chiesto un anno, è stato assolto nell'ambito del processo "Fuori gioco", inchiesta sulle fatture nel mondo del calcio. La settima sezione penale del tribunale di Napoli ha prosciolto, oltre al patron azzurro, anche Claudio Lotito, Adriano Galliani, Andrea Della Valle, Luca Campedelli e l'ex attaccante azzurro Ezequiel Lavezzi.

L'unica condanna è arrivata per l'agente di calciatori Alessandro Moggi (un anno, pena sospesa) per non aver contabilizzato una fattura relativa ad una consulenza nell'ambito del passaggio di Ezequiel Lavezzi dal Napoli al Psg, vicenda per la quale è stata dichiarata la prescrizione. Moggi è stato assolto per tutti gli altri capi di imputazione.

Fulgeri (avvocato De Laurentiis): "Giustizia è fatta"

De Laurentiis era difeso dall'avvocato Fabio Fulgeri, che ha parlato a Radio Marte dopo la sentenza: “Giustizia è fatta, siamo molto contenti per l’assoluzione del presidente De Laurentiis, contavamo che andasse a finire in questo modo. Ho sentito De Laurentiis, era ovviamente contentissimo. Il giudice ha riconosciuto le ragioni della difesa, abbiamo sempre sostenuto sempre l’assenza di qualunque meccanismo preordinato a frodare il fisco. La vicenda era relativa all’acquisto di Calaiò dal Siena. Si chiedeva se il procuratore sportivo avesse dovuto emettere la fattura nei confronti del calciatore o della società, ma il procuratore Calleri ha effettivamente svolto una attività per la società che ha acquistato il calciatore, del resto Calaiò come è noto ha giocato realmente col Napoli. Vicenda Osimhen? Siamo sereni anche su questa indagine, la società ha sempre operato nella legalità, non ci sono comunque novità su questa vicenda”. 

Moggi: "Sono contento, sono stati 7 anni complessi"

"Sono molto contento, sono stati 7 anni complessi. Oggi siamo tutti contenti di questo epilogo che racconta come la giustizia alla fine sia riuscita a ristabilire la realtà delle cose". Così all'Adnkronos Alessandro Moggi. In una nota l'agente di calciatori, difeso dagli avvocati Vanni Cerino e Fabrizio D'Urso, ha ricordato che "la sola ipotesi accusatoria che rimane in capo alla mia attività riguarda infatti una vicenda squisitamente fiscale relativa all’Iva da versare per una operazione all’estero (cessione Lavezzi al Psg). Vicenda, questa - conclude - che sarà sicuramente chiarita con i motivi di appello, come finora ho sempre dimostrato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta su fatture nel mondo del calcio, assoluzione per Aurelio De Laurentiis

NapoliToday è in caricamento