menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

De Laurentiis: "Rosati sarà il nostro secondo portiere"

Il presidente azzurro ha fatto il suo consueto punto di mercato a Radio Marte

Aurelio De Laurentiis ha parlato ai microfoni di Radio Marte. Capitolo Inler: “Ho incontrato Pozzo a Capri, festeggiava il suo compleanno. Mi ha invitato, credevo mi volesse parlare, invece mi ha soltanto invitato alla festa. C’erano i figli, belle ragazze e tantissima gente. La compagnia è stata simpatica fino alle 2 del mattino. Per Inler, lasciateci lavorare a fari spenti”. Capitolo Vidal: “E’ chiaro che la Juventus, così come il Genoa, l’Inter, il Milan, il Barcellona, stiano seguendo i giocatori di presunto valore. Sono i più richiesti. E’ normale che tutti si agitino. E’ il gioco delle parti. Ai procuratori conviene che i propri giocatori abbiano tanti corteggiatori e spesso mettono in giro tante voci. A volte, è capitato anche con i miei e poi non era vero niente”. Capitolo Cavani: “Mi dovrebbero togliere la patente di presidente del Napoli, se lo vendessi a meno di 100 milioni di euro. Poi si dovrebbe arrabbiare lui, mica vale così poco. Ha anche rinnovato il contratto, gli ho dato il giusto e lui se lo meriterà. Vale di più di quanto scrivono gli inglesi”. Capitolo Lamela: “Il River sta nei guai grossi, Lamela ha bisogno di 2 o 3 anni ancora. Bisogna fare su di lui un grosso investimento, non so quanto convenga farlo. Se Lamela facesse un bagno di umiltà, il discorso si potrebbe anche aprire. L’ho visto, è una forza della natura prospetticamente”. Capitolo città. “Lasciamo lavorare De Magistris, ha bisogno di 60 giorni per stabilire un vero programma. Non è facile insediarsi, dobbiamo dargli un sostegno. L’emergenza rifiuti era già paventata durante la campagna elettorale. Avevo sollevato il problema in tempi non sospetti”. Capitolo Gago: “Ma non vi basta mai niente. Mica è così facile, la campagna acquisti, mica tutti sono adatti al nostro progetto”. Capitolo Rosati: “Lo abbiamo comprato, è il secondo portiere del Napoli”. Chiusura su Gargano: “Non andrà all’Atalanta solo perché c’è Pierpaolo Marino. Per ora, è un giocatore del Napoli, poi decideremo dove dovrà andare. E’ un bravissimo calciatore, una bravissima persona. Ha una bella famiglia, va tutelato. Se dovrà lasciare Napoli, troveremo la migliore soluzione possibile”.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento