Az-Napoli, Gattuso e Insigne: "Servirà grande prestazione per vincere la partita"

Il tecnico ed il capitano azzurro hanno parlato in conferenza stampa alla vigilia del decisivo match di Europa League contro gli olandesi

Gattuso e Insigne (foto Ansa)

"Ci vorrà una prestazione di alto livello. Giochiamo contro un avversario complicato. Hanno velocità e tecnica, se gli concedi spazio ti mettono in difficoltà e noi ne sappiamo qualcosa. L'AZ è una squadra giovane, organizzata e ci vorrà tanto ritmo per poterli fronteggiare. Non hanno solo qualità ma anche fisicità e noi dovremo rispondere". Così Gennaro Gattuso ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match di Europa League contro l'Az Alkmaar.

Il tecnico del Napoli è tornato sulla gara dell'andata, vinta dagli olandesi al San Paolo: "All'andata abbiamo fatto il 75% di possesso palla ma non siamo stati incisivi. Stavolta dovremo essere molto più determinati per riuscire ad entrare nella loro area. Le partite in Europa sono tutte insidiose, c'è un calcio di livello alto e bisogna essere bravi ad essere carichi in ogni incontro. Non sono ammessi cali di tensione e bisogna avere sempre la massima attenzione. Per noi domani, ribadisco, sarà una partita molto difficile e ci vorrà un grande Napoli per portar via un risultato positivo da questo campo".

Sulla stessa lunghezza d'onda di Gattuso, anche il capitano azzurro Lorenzo Insigne: "Domani dobbiamo fare risultato per conquistare la qualificazione. All'andata abbiamo visto quanto può essere pericolosa e forte l'AZ e sappiamo che se vogliamo fare risultato dobbiamo avere un atteggiamento diverso rispetto alla prima gara. Abbiamo preparato bene la partita, le partite europee sono tutte difficili e sappiamo che siamo vicini alla qualificazione, ma ci vorrà il massimo impegno per conquistare il traguardo".

Sia Gattuso che Insigne hanno ricordato ancora Diego Armando Maradona: "Credo di aver fatto una battuta che chiarisce molto più di ogni cosa chi era Maradona per Napoli: è più importante di San Gennaro per questa città. Diego è nell'anima dei napoletani. A me spiace solamente che da bambino mio padre non è mai riuscito a farmelo vedere allo stadio. Era un mio desiderio...", ha spiegato l'allenatore azzurro. 

"La sua scomparsa ci ha scosso molto. E' stato un campione che ha portato Napoli sul tetto d'Italia e d'Europa, è nel cuore di tutto il popolo azzurro. Personalemente spero di poter regalare insieme alla squadra un trofeo a Diego", ha affermato Insigne. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Reddito di Cittadinanza, in 24 trovano lavoro: ecco cosa faranno

  • Coronavirus, Campania zona gialla da lunedì 18 gennaio: l'indice Rt è inferiore a 1

  • Il gelo invade la Campania: arriva la prima neve su Napoli

  • Grave lutto scuote Napoli, muore 24enne incinta al quarto mese

  • Grave lutto per Salvatore Esposito: “Il Covid se l'è portato via”

  • Campania zona gialla, ristoranti e bar con servizio al tavolo e al via i saldi invernali

Torna su
NapoliToday è in caricamento