rotate-mobile
Notizie SSC Napoli

Tre giornate di squalifica a Cavani. De Laurentiis infuriato e pronto a dare battaglia

L'attaccante uruguaiano avrebbe dileggiato l'arbitro al momento dell'espulsione, secondo il referto

Il giudice sportivo ha squalificato per tre giornate l'attaccante del Napoli Edinson Cavani, espulso domenica dall'arbitro Valeri nel corso della sfida contro il Lecce, per eccessive proteste giudicate fuori luogo dal direttore di gara. Per l'uruguaiano, dunque, campionato finito: il giocatore tornerà in campo solo alla seconda giornata del prossimo campionato. La pesante sanzione scatta per "la doppia ammonizione per proteste nei confronti degli ufficiali di gara e per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; per avere, al 29' del secondo tempo, all'atto della seconda ammonizione, rivolto all'arbitro, battendogli per due volte la mano sulla spalla, un ironico e irriguardoso apprezzamento". Immediatamente avvertito della squalifica, il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha subito replicato: "Vuol dire che Cavani non ci sarà neanche contro la Juve. Domani sarò in Lega", ha detto dopo essersi lasciato scappare un'imprecazione. La notizia gli è stata comunicata nel corso della conferenza stampa di presentazione del volume Napoli Passione azzurra. "Ma è stato il giudice Tosel?", ha chiesto De Laurentiis in merito all'autore del provvedimento ai giornalisti che gli hanno risposto affermativamente, come riferisce Sky.it. "Forse bisognerebbe rimuoverlo?", gli è stato allora chiesto. "Non lo dite a me ma a qualche altro", ha risposto il presidente del Napoli

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre giornate di squalifica a Cavani. De Laurentiis infuriato e pronto a dare battaglia

NapoliToday è in caricamento