menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Catania-Napoli, le parole dei protagonisti

All'interno le dichiarazioni di Mazzarri, De Sanctis e Pulvirenti

 Le dichiarazioni dei protagonisti di Catania-Napoli:

Mazzarri: "Sono arrabbiato. Non abbiamo giocato come sappiamo. E' successo anche l'anno scorso su questo campo. Non sono contento di come si è espressa la squadra. Me lo aspettavo perché con la sosta troppi giocatori erano sottotono. Sull'1-1 almeno l'orgoglio è uscito e dovevamo svegliarci prima. Se abbiamo pensato alle prossime partite con Liverpool e Milan? Non dovevamo pensarci. Se è successo ne parlerò con i ragazzi. Abbiamo già fatto una crescita importante, ma ci manca ancora di essere una grande nella mente. Non siamo ancora abituati a giocare a certi livelli tra coppe e campionato. Dobbiamo acquisire continuità e capire che quando si gioca con squadre come il Catania noi siamo l'equivalente di Milan, Inter e Juve. Bisogna cambiare mentalità".

De Sanctis: "La mia prestazione? Non mi piace mai parlare a livello personale, ma sempre della squadra. Era una partita complicata e non era facile giocare su questo campo. Ci è mancato un pizzico di cinismo in più per vincere la partita, anche se forse non lo avremmo meritato. Magari qualche ragazzo era un pò affaticato dagli impegni con le nazionali".

Pulvirenti (pres. Catania): "Abbiamo affrontato una delle squadre più forti del campionato che sapevamo poteva metterci in difficoltà anche se alla fine non abbiamo sofferto più di tanto. Forse potevamo fare di più ma il pari credo che possa essere accettato senza recriminazioni. La mia espulsione? Non ho detto nulla, ho urlato solamente "no", ma il quarto uomo l'ha giudicata come una reazione troppo plateale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento