Cassano: "Messi meglio di Maradona". Renica: "Documentati prima di parlare a vanvera"

L'ex difensore del Napoli commenta le dichiarazioni dell'ex attaccante della Nazionale

Maradona

Hanno suscitato più di qualche reazione sui social le dichiarazioni di Antonio Cassano, che nel corso di una diretta social con l'amico Bobo Vieri ha parlato del paragone tra Messi e Maradona: "Il record di tutti tempi nell’Argentina di finali giocate e gol fatti è di Messi. Di cosa parliamo? Ha 70 gol in Nazionale, Maradona poco più di 30. Poi Messi ha sì giocato sempre con grandi attaccanti, Higuain e altri, ma mai con grandi difensori o portieri”, ha affermato l'ex attaccante della Nazionale.

A Cassano, via Facebook, ha risposto, tra gli altri, anche l'ex difensore del Napoli Alessandro Renica, indimenticabile colonna azzurra degli anni 'maradoniani': "Ma di cosa parli tu? Punto uno: i goal di Maradona sono unici ed irripetibili. Ancora oggi tutti si chiedono come possa averli realizzati. Autentiche 'magie', come quello contro la Juventus su punizione, con l’Inghilterra ai Mondiali, col Milan in mezzo a Baresi e Maldini, sono perle che solo un genio con capacità tecniche non umane poteva realizzare. Tali prodezze ancora oggi attraggano milioni di appassionati, perché si rendono conto che nessuno giocatore non hai mai neanche minimamente fatto goal simili e a differenza tua riconoscono e capiscono il mito Maradona. Punto due: Diego ha vinto un mondiale con l’Argentina, risultando determinante in ogni partita. Valle a vedere le partite e documentati, prima di parlare a vanvera. Poi ha scelto Napoli e ha vinto dove nessuno mai ha vinto. Messi a Barcellona ha vinto anche e perché ha giocato con Campioni del Mondo come Iniesta, Xavi Hernandez e Puyol. Non è la stessa scelta di giocare con club meno potenti e con giocatori di qualità inferiore. Il Barca vincerà lo stesso tanto, anche senza Messi. Pelé ha segnato più goal di Messi in nazionale, se è questa la tua tesi, ed ha vinto 3 mondiali, mentre Messi con l'Argentina zero titoli, ma Pelè ammette che Diego era superiore, perché capisce il calcio, il livello e le difficoltà. Tu invece non capisci nulla purtroppo e parli senza rispetto. Ripeto: parla d’altro. Maradona è il "Dio del calcio". Non credo che ne nascerà un altro, anzi ne sono sicuro. E chiudo: oggi con la mania di coprire e non marcare, Maradona avrebbe fatto 400 goal. Una volta lo limitavano solo massacrandolo di botte, dall’inizio alla fine. Quello era l'unico modo per fermarlo". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nel salernitano, muore per Covid-19 una 33enne avvocato incinta

  • Vietato uscire a Natale e a Capodanno fuori dal comune: "Non sarà possibile raggiungere i nonni"

  • Revenge porn, arrestato un 43enne. Diffusi sui social video intimi con la moglie

  • Sindrome di Kawasaki (o simil Kawasaki): 5 i casi a Napoli

  • Le migliori dieci canzoni su Diego Armando Maradona: la classifica

  • Dj Aniceto: “Maradona non è morto mercoledì ma il giorno che ha sniffato cocaina”

Torna su
NapoliToday è in caricamento