menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Careca

Careca

Careca: "Bisogna chiedere a De Laurentiis se ha voglia di vincere lo scudetto"

Il leggendario centravanti del Napoli ha parlato del futuro del club azzurro

Antonio Careca è tornato a Napoli in questi giorni. L'ex leggendario centravanti azzurro è stato scelto da una giovane realtà calcistica del Vesuviano, la "Viesse" di Vincenzo Raiola e Stefano Cirillo, come testimonial e operatore di una nuova metodologia di allenamento da proporre ai ragazzi delle scuole calcio.

Il brasiliano ha toccato tanti argomenti nel corso di un incontro al "Hcca24" di Pompei: "Ringrazio tutti per l’invito e sono felice di far parte di questo progetto. La prima cosa che un allenatore deve fare per un ragazzino, è trasmettergli fiducia".

Careca ha parlato molto anche del Napoli attuale: "Sarri è l'allenatore giusto per riportare lo scudetto a Napoli, ha qualità per farlo. Ma la domanda da fare a De Laurentiis è: lui ha voglia di vincere il tricolore? La squadra azzurra si diverte giocando, uno dei segreti del calcio, ed è la migliore di tutte sul piano della qualità del gioco, Juve compresa. Il presidente deve completare l’opera e comprare tre calciatori. Al Napoli mancano due leader: il primo in difesa, l'altro a centrocampo. Bisogna aumentare ancora un po’ la qualità tra titolari e riserve, e trovare qualche variante tattica perché non è facilissimo ripetersi con un solo spartito. Anche il mio Napoli aveva una rosa limitata a 13-14 giocatori, è fondamentale alzare l’asticella".

L'ex numero 9 azzurro è tornato anche sulla sua esperienza da calciatore all'ombra del Vesuvio: "Potevamo vincere la Coppa dei Campioni? Era più difficile, la disputava solo la vincitrice del campionato e non c’erano i gironi, ma la partita secca. Siamo stati sfortunati nel pescare il Real Madrid, e a Mosca, la seconda volta, ci andò male. Io nemmeno giocai contro lo Spartak. Poi anni dopo la formula è cambiata, ma vi posso assicurare che la Coppa Uefa che vincemmo, all’epoca era molto prestigiosa e difficile: battemmo la Juventus, il Bayern Monaco e lo Stoccarda, tutte squadre che avrebbero disputato i gironi dell’attuale Champions. Vincere a Napoli è più difficile e un titolo qui vale per 10”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione giovedì 21 gennaio 2021

social

Lotto, estrazione martedì 19 gennaio 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento