Notizie SSC Napoli

Damiao, Pazzini, Osvaldo, Doumbia: tra loro il sostituto di Cavani?

Il Matador sembrerebbe ormai avviato all'addio al Napoli a fine stagione e così si comincia già a pensare a chi ne assumerà la pesantissima eredità...

Real Madrid, Manchester City, Chelsea, Bayern Monaco, Psg. Di "pazzi" (per usare le parole di De Laurentiis) in giro pronti ad assicurarsi le prestazioni di Edinson Cavani, sborsando i circa 70 milioni di euro complessivi per coprire la clausola rescissoria, ce ne sono. Il futuro del Matador, dunque, sembra più lontano da Napoli e così la società partenopea non potrà farsi trovare impreparata qualora a giugno l'uruguaiano dirà addio. Il suo possibile sostituto, con ogni probabilità, uscirà da una rosa di quattro candidati: Damiao, Pazzini, Osvaldo, Doumbia.

DAMIAO - 24 anni da compiere nel prossimo luglio, nazionale brasiliano, sponsorizzato da anni da Careca. E' lui la prima scelta del settore tecnico azzurro. In Brasile giurano che tra oggi e domani emissari del Napoli voleranno a Porto Alegre per accelerare definitivamente le trattative con l'Internacional, che ne ha già bloccato il sostituto. Centravanti vero e proprio, dalla stazza imponente (187 cm) e dalla media gol elevata (80 reti in 137 presenze ufficiali con la maglia biancorossa). Per portarlo a casa servono tra i 22 e i 24 milioni di euro, ma soprattutto bisognerà battere la spietata concorrenza di Tottenham e Borussia Dortmund, che in estate perderà Lewandowski.

PAZZINI - Lo ha dichiarato proprio lui nelle ultime settimane che nelle estati passate è stato per ben due volte vicino al trasferimento al Napoli. Se Mazzarri dovesse restare sulla panchina azzurra, la trattativa con lui sarebbe ancor più agevole. 29 anni da compiere in agosto, i numeri parlano chiaro: è lui il secondo miglior attaccante di nazionalità italiana per numero di gol negli ultimi 4 anni, dopo l'inarrivabile Di Natale. Nonostante l'ottima stagione con il Milan (13 reti in 22 presenze in campionato), però, difficilmente a fine stagione deciderà di restare in rossonero a fare da alternativa a Balotelli nell'anno che porterà al Mondiale 2014. Che sia davvero questa la volta buona per il matrimonio con la società partenopea?

OSVALDO - Il cambio in panchina tra Zeman e Andreazzoli sembra averlo penalizzato non poco. Le voci di un suo addio ai giallorossi si fanno sempre più insistenti. Con il ritorno di Totti nel ruolo di attaccante puro e con il rientro di Destro, sul quale la società punta moltissimo, gli spazi per lui sembrano improvvisamente restringersi. Per lui vale lo stesso discorso di Pazzini: l'anno del mondiale, il prossimo, sarà quello decisivo. Non vorrà di certo rischiare di giocarselo da non titolare. Negli ambienti romani si dice piaccia a De Laurentiis. Le sue doti tecniche non si discutono, preoccupano un pò le sue reazioni in campo che più di una volta lo hanno portato ad incappare in espulsioni e giornate di squalifica.

DOUMBIA - Il Napoli lo segue da tempo ed il suo agente non ne ha mai fatto mistero. Per caratteristiche è forse quello che dei quattro somiglia di più a Cavani. Velocità, potenza ed un fiuto del gol straordinario. 25 anni, di nazionalità ivoriana, la sua media realizzativa è semplicemente impressionante: 105 segnature in 147 presenze tra Cska Mosca e Young Boys. Campionato, Champions o Europa League che sia, per lui non cambia molto. Il gol fa parte del suo dna. Per strapparlo alla ricca compagine russa, però, servono almeno 25 milioni, se non di più.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Damiao, Pazzini, Osvaldo, Doumbia: tra loro il sostituto di Cavani?

NapoliToday è in caricamento